Napoli, feste e karaoke: “Quando Higuain faceva i cori contro la Juve”

Napoli, feste e karaoke: “Quando Higuain faceva i cori contro la Juve”

L’organizzatore napoletano racconta di quelle feste a base di musica, asado e cori antijuventini tenute dal Pipita.

Commenta per primo!

L’edizione odierna de Il Mattino propone l’intervista a uno degli storici amici di Gonzalo Higuain, organizzatore di feste presso una nota struttura di Napoli.

Carmine Esposito è stato l’artefice della realizzazione dell’ultima festa di compleanno partenopea del Pipita, lo scorso 10 dicembre. Quella per i 28 anni del Pipita “fu una festa indimenticabile, come lo sono state tutte quelle con Gonzalo protagonista. Voleva riportare le sue tradizioni argentine qui a Napoli e così organizzammo una cena a base di asado alla brace e musica sudamericana”.

KARAOKE E CORI ANTI-JUVE – L’attaccante ha una vera passione per il karaoke. “Prendeva il microfono in mano e via: ci metteva un attimo a diventare il mattatore della serata. Lo prendevamo in giro e gli chiedevamo se quelli sarebbero stati i nostri ultimi brindisi insieme. Lui si faceva scappare un sorriso malizioso e poi cambiava discorso. Stasera ci farà male vederlo con quella maglia addosso, anche perché quando partivano i cori tipici era il primo a fare quelli contro la Juve” aggiunge Esposito con una risata. “Gonzalo è rimasto legato alla città ed è riconoscente a Napoli ai napoletani” ha spiegato l’amico del Pipita.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy