La 10 del Napoli a Insigne? Ferlaino vota No: “Troppo grande il mito di Diego”

La 10 del Napoli a Insigne? Ferlaino vota No: “Troppo grande il mito di Diego”

Insigne meriterebbe la 10 di Maradona? La discussione si è riaccesa dopo le parole di Sarri e l’annuncio del ritiro di Totti. Le opinioni di Ferlaino, Antognoni, Improta, Meneghin e Porzio.

Commenta per primo!

Corrado Ferlaino non raccoglie l’appello di Maurizio Sarri, per lui la maglia numero 10 deve restare nel cassetto per ricordare le gesta di Maradona a Napoli.

Insigne sta facendo grandi cose, ma il mito dell’argentino finirebbe per schiacciare tutto e tutti, anche una bandiera come Lorenzo Insigne. “Io sono convinto che per un monumento come il Pibe de Oro sia il minimo che si possa fare – ha dichiarato l’ex presidente del Napoli a Il Mattno –. Certo, a volte vedi le prove di Insigne o di qualche altro campione e pensi che possa meritare di indossare sulle spalle la numero 10. Ma poi ripensi a quello che è stato Diego, a quello che ha fatto per questa città e per questo club e ti convinci che è giusto così: giusto che nessuno mai possa indossare quella che è stata la sua maglia”.

Il quotidiano partenopeo ha interpellato anche altri campioni del mondo del calcio e dello sport.

PAOLO CANNAVARO – “Io credo che la cosa più giusta sia darla a chi veramente ne è degno – dice l’ ex capitano del Napoli, Paolo Cannavaro – Mi spiego: deve essere come un premio la 10 di Diego. Penso che uno come Zola, per esempio, sia stato giusto che l’ abbia indossata. Ma tanti altri no. Non bisogna darla a uno, tanto per darla. Ma per esempio, Lorenzo che adesso è la nuova bandiera del Napoli, perché non dovrebbe averla? Sarri ha ragione su questo”.

IMPROTA – “Io credo che quando in campo non c’ è la visione della maglia numero 10, è come se mancasse qualcosa, io ripenso ai tanti campioni che hanno onorato quella maglia prima di Maradona: Sivori su tutti ma anche uno dei più grandi di tutti, Del Vecchio. Un ragazzino deve sognare di poter vestire quella maglia, come l’ ho fatto io da piccolo”.

ANTOGNONI – “Io sono stato sempre contrario e lo sarà sempre. Infatti la 10 della Fiorentina è sempre lì. E bene farebbe anche Totti a pensarci su e a opporsi nel caso alla Roma ci pensassero: non è il caso di ritirarla. Così come per Maradona: è stato un fuoriclasse unico, ma sarebbe bello rivedere un altro con la sua maglia”.

DINO MENEGHIN (BASKET) – “Sono d’ accordo con Sarri. A me proposero il ritiro della mia maglia ma mi opposi perché mi faceva piacere l’ idea che qualcuno giocasse con il mio numero. Era come se continuassi a giocare anche io. In America si usa come motivo di rispetto a un giocatore ma è bello che un bambino possa sperare un giorno di indossare la maglia del suo campione immedesimandosi in lui”.

FRANCO PORZIO (PALLANUOTO) – “Il ritiro del numero oggi ha più valore che mai perché non ci sono più le bandiere e le società sono in mano ai cinesi. Significa dare un senso a tutta la carriera di un giocatore che si è immedesimato in una città, in una maglia, in una società”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy