Caso Higuain, ancora il fratello/agente: “Progetto Napoli non all’altezza del Pipita, 4-5 club su di lui”

Le nuove dichiarazioni di Nicolas Higuain, fratello e agente del Pipita.

Commenta per primo!

A due giorni dalle dichiarazioni che hanno scompaginato l’ambiente napoletano, Nicolas Higuain, fratello e procuratore di Gonzalo, ribadisce il concetto espresso: a queste condizioni il Pipita non rinnoverà il contratto.

“Il presidente De Laurentiis ha il diritto di pretendere i soldi della clausola per la sua cessione e noi abbiamo il diritto di non rinnovare – le parole dell’agente Fifa a Radio Marca -. Nel 2013 Higuain lasciò il Real Madrid per un nuovo progetto. Arrivò al Napoli con grande entusiasmo, c’era Rafa Benitez, si parlava di miglioramento delle strutture, lotta alla Juve. A mio parere, però, il progetto non è all’altezza di Gonzalo. Napoli gli ha dato molto e viceversa, ma il progetto è al di sotto delle sue aspettative. I giovani vanno bene, ma non per competere con la Juve”.

Le big interessate – “Gonzalo non rinnoverà, ma rispetterà il contratto perché è un professionista. Non ho avuto contatti con altri club, non trattiamo la cessione. Siamo tranquilli ma, ripeto, non rinnoveremo. Almeno quattro, cinque squadre possono permettersi Higuain come le big in Spagna ed Inghilterra più la più forte in Francia e Germania (Psg e Bayern, ndr). Dopo la gara con la Lazio subimmo un episodio di violenza in auto ma nessuno della società ci chiamò. Inoltre, a metà stagione il presidente ha dato del “grasso” a Gonzalo pubblicamente”.

Il Cholo – “Simeone? Si tratta di un grande allenatore, negli ultimi tre anni ha disputato due finali Champions pur non avendo un budget altissimo. È tra i tre, quattro allenatori migliori al mondo. Anche Sarri è un grande allenatore. Vedremo se in futuro Higuain sarà allenato da Guardiola, Conte oppure Simeone”, ha concluso il fratello di Higuain.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy