Arsenal-Napoli, Verdi accende la sfida: “Non mancheranno le motivazioni, Ancelotti ci aiuterà”

Arsenal-Napoli, Verdi accende la sfida: “Non mancheranno le motivazioni, Ancelotti ci aiuterà”

L’esterno degli azzurri ha parlato della sfida contro i Gunners, valida per i quarti di finale dell’Europa League

Il Napoli si prepara al prossimo big match.

Dopo la sconfitta in casa dell’Empoli gli azzurri hanno praticamente abbandonato il sogno di conquistare lo scudetto, dal momento che la Juventus potrebbe chiudere definitivamente i conti già domani sera nel match contro il Milan. Per tale motivo Carlo Ancelotti e i suoi uomini saranno concentrati in vista della gara di giovedì sera contro l’Arsenal, valida per l’andata dei quarti di finale dell’Europa League.

Ad accendere la sfida ci ha pensato Simone Verdi, a segno nella strepitosa vittoria contro la Roma, che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss: “Non avevo mai fatto vedere le mie qualità, con la Roma ho alzato il livello delle mie prestazioni. Contro l’Empoli abbiamo sbagliato noi l’approccio mentale e non dovrebbe succedere. Magari in questo momento si può pensare che non sia necessario vincere, vista la situazione in campionato, invece è importante a livello mentale, anche in vista della sfida con l’Arsenal: giovedì ovviamente le motivazioni non mancheranno. In Europa League teniamo ad arrivare fino in fondo e vincere. Sappiamo che con l’Arsenal sarà difficilissima, ha sempre giocato bene a calcio, è abituata a giocare competizioni europee ad alto livello. Ma noi siamo un gruppo abituato a giocare insieme da tanti anni, anche se sono nuovo, e noi abbiamo capito cosa vuole il mister, che ci aiuterà con la sua esperienza. Dovremo andare a Londra, giocare la nostra partita e non dimenticare che c’è un ritorno al San Paolo. Abbiamo tanti calciatori forti che pensano al bene della squadra. Quando si vuole raggiungere obiettivi importanti di squadra, tutti devono pensare allo stesso modo al bene della squadra. La maglia numero 9? Quando scendi in campo non pensi a chi l’ha avuta prima di te. Io l’ho scelta perché a Bologna mi ero fatto conoscere con questo numero e volevo andare avanti. So che finora non l’ho onorata al meglio, ma ho questa parte finale di stagione per migliorare“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy