Ag. Milik: “Ecco perché ha scelto Napoli, la società lo seguiva da tempo. Sogno che scriva la storia del club”

Ag. Milik: “Ecco perché ha scelto Napoli, la società lo seguiva da tempo. Sogno che scriva la storia del club”

Le dichiarazioni dell’agente di Milik, nuovo bomber del Napoli di Maurizio Sarri.

Commenta per primo!

“Ho viaggiato due volte verso Napoli, ma ho parlato con lo staff azzurro anche a Milano e a Bologna. Milik era sotto osservazione dal novembre del 2015, è stato visionato prima dal responsabile scouting per Belgio ed Olanda, poi dal capo del settore ed infine dal direttore sportivo e dall’allenatore”.

Lo ha detto David Przemyslaw Pantak, intervenuto ai microfoni dei media polacchi. L’agente di Arkadiusz Milik, attaccante del Napoli, ha parlato della trattativa che ha portato l’ex calciatore dell’Ajax a vestire la maglia azzurra.


”Ad Euro 2016 sono stati molto importanti i rigori tirati durante la competizione, hanno dimostrato come possa gestire grandi pressioni: il Napoli ha notato che Arkadiusz non molla, non si arrende, che lotta molto. Ma così è stato sempre durante la sua carriera: dal Gornik Zabrze in Ekstraklasa, al Bayer Leverkusen passando per l’Augusta e l’Ajax dove non era sicuro del suo futuro. Ha sempre dimostrato caparbietà e determinazione. Inoltre Sarri è rimasto colpito dal fatto che parli quattro lingue: tra poco parlerà anche l’italiano, ha dato l’impressione di essere maturo e consapevole. L’Ajax inizialmente voleva tenerlo così da costruirgli la squadra attorno, poi il nuovo allenatore Bosz voleva mettere il veto alla sua cessione ma la dirigenza dell’Ajax ha concluso decidendo che sarebbe stato difficile trovare un affare migliore – ha dichiarato Pantak -. L’Ajax ha deciso di accettare la proposta del Napoli e ha annunciato l’importo economico per farlo sapere ai tifosi: lo hanno pagato poco e lo hanno venduto a tanto. Arkadiusz ha firmato un ottimo accordo per quanto riguarda i bonus, ma non voglio rivelare i dettagli del contratto. La società azzurra ha convinto Milik offrendogli prospettive di crescita e lui s’è convinto di questo e dell’affetto che i tifosi hanno per il club: non ho visto calcio in tutto il mondo, però non ho mai visto così tanta devozione fanatica per una squadra come a Napoli. È come una religione, e allo stesso tempo ci sono grandi giocatori. Mertens, Insigne, Callejon ed Hamsik parlano da soli. Certo, lo stadio e gli spogliatoi non sono modernissimi, ma la squadra è ben costruita e chissà… anno dopo anno potrebbe raggiungere traguardi sempre maggiori”.

Il dopo-Higuain – “Lui è semplicemente Arkadiusz Milik e vuole dimostrare cosa sa fare un polacco. A Napoli l’icona è Diego Armando Maradona, e sarebbe bello se Arkadiusz potesse scrivere un suo capitolo nella storia del club. Nessuno si aspetta che possa diventare come Diego, ma mi piacerebbe che un giorno nelle stanze dei tifosi del Napoli possa esserci, sotto la maglietta di Maradona, un’altra con il nome di Milik”, ha concluso l’agente.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy