Serie A, Milan-Bologna 2-1: Borini porta i rossoneri al quinto posto, scintille tra Gattuso e Bakayoko

Serie A, Milan-Bologna 2-1: Borini porta i rossoneri al quinto posto, scintille tra Gattuso e Bakayoko

Il commento della sfida tra i rossoneri e i rossoblù, ultimo match della trentacinquesima giornata di campionato

Il Milan batte il Bologna.

L’ultimo match della trentacinquesima giornata di Serie A ha visto il Milan ospitare il Bologna tra le mura dello stadio San Siro, alla ricerca di una vittoria fondamentale per continuare a sognare un posto nella prossima edizione della Champions League. Partono bene i padroni di casa che attaccano spinti dalle giocate di Hakan ÇalhanoğluSuso, gli ospiti si difendono con ordine e tentanto di rendersi pericolosi appoggiandosi alle giocate di Riccardo Orsolini, che attraversa uno splendido momento di forma.

Al minuto 26 Rino Gattuso è obbligato a giocarsi il primo cambio, mandando in campo José Mauri al posto di Lucas Biglia: la scelta sarebbe ricaduta inizialmente su Tiémoué Bakayoko, ma il centrocampista francese perde troppo tempo a prepararsi causando la rabbia del tecnico dei rossoneri.

Un minuto dopo gli ospiti passano in vantaggio con il solito Rodrigo Palacio, ma il direttore di gara annulla per fuorigioco dopo il silent check del Var. I padroni di casa trovano la forza di reagire e riescono a passare in vantaggio al 37′: bellissima azione personale di Suso, che entra in area di rigore e calcia col mancino sul secondo palo, tiro imprendibile per Łukasz Skorupski1 a 0.

Nel secondo tempo Gattuso perde anche Çalhanoğlu, che lascia il campo a causa di un infortunio: al suo posto entra Fabio Borini. E’ proprio il classe ’91, al minuto 67, a trovare la rete del raddoppio: Lucas Paquetà calcia al volo dalla distanza trovando la risposta di Skorupski, sulla respinta arriva il centrocampista dei rossoneri che non sbaglia e firma il 2 a 0.

Passano poco più di cinque minuti e i rossoblù accorciano le distanze: Nicola Sansone pesca Mattia Destro, che dall’interno dell’area di rigore si gira e calcia di prima intenzione battendo Gianluigi Donnarumma2 a 1. Al 74′ i padroni di casa restano in dieci a causa dell’espulsione di Paquetà: il centrocampista brasiliano subisce fallo da Erick Pulgar e viene ammonito per la reazione, poi esagera nella protesta toccando il direttore di gara che estrae immediatamente il cartellino rosso. A pochi minuti dalla fine discussione accesa tra Franck Kessie e Nicola Sansone, espulso per somma di ammonizioni.

Il triplice fischio dell’arbitro sancisce la vittoria del Milan, che sale al quinto posto in classifica e si porta a pari punti con la Roma e a -3 dall’Atalanta. Il Bologna perde una grandissima occasione per archiviare il discorso salvezza, restando comunque a cinque punti di distanza dall’Empoli terzultimo: gli emiliani perdono però anche Danilo, espulso a fine partita per le eccessive proteste.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy