Milan-Olympiacos, Gattuso: “Ibrahimovic? Parlo solo dei miei giocatori. Cutrone con Higuain…”

Milan-Olympiacos, Gattuso: “Ibrahimovic? Parlo solo dei miei giocatori. Cutrone con Higuain…”

Il tecnico dei rossoneri ha parlato al termine della sfida contro i greci

Continua il periodo positivo del Milan.

rossoneri hanno iniziato nel miglior modo possibile la loro avventura in Europa League, battendo il Dudelange nella gara d’esordio e vincendo anche contro l’Olympiacos grazie alla doppietta di uno scatenato Patrick Cutrone e al solito Gonzalo Higuain. Al termine della sfida il tecnico dei lombardi, Rino Gattuso, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, lodando la prestazione del giovane centravanti classe ’98 e dei suoi uomini: “Cutrone ha giocato a Empoli con problemi alla caviglia, non è al 100%. Prende antinfiammatori, per come si sta comportando è stato molto apprezzato nello spogliatoio, sono cose che fanno bene al gruppo. Sono soddisfatto del risultato, ma possiamo interpretare meglio. A centrocampo abbiamo sbagliato tanto palleggio, dobbiamo migliorare questo aspetto se vogliamo giocare in questo modo. Bakayoko in questo momento fa un po’ di fatica ma abbiamo bisogno di tutti. Ieri abbiamo provato il 4-4-2, non sono soddisfatto al massimo a livello di non possesso. Calhanoglu ha bisogno di prendere fiducia, di essere più tranquillo, è un ragazzo che ci tiene molto, a volte pensa troppo. E’ il suo problema, bisogna ricercare il miglior Calhanoglu. Abbiamo giocato sotto ritmo il primo tempo anche se abbiamo creato tanto. L’attacco sotto porta non era mai convincente, Jack si trovava troppo largo, Castillejo tante volte fuori e anche Higuain. Il problema più grande è stato questo. Bisogna scivolare meglio, oggi le linee di Biglia e Bakayoko tante volte erano larghe, in questo modo si spende tanto, la difesa scappa“.

L’attaccante della Nazionale Under 21 ha dimostrato di avere tutte le carte in regole per partire dal primo minuto, magari in coppia con il Pipita: “Higuain? Sapevamo che non era al massimo, ha fatto un grandissimo gol, sapevamo che avrebbe dovuto giocare insieme ad un altro. Abbiamo provato prima con Castillejo poi con Cutrone“.

Infine un commento sulla suggestione Zlatan Ibrahimovic: “Ibra? Parlo solo dei giocatori che ho a disposizione, siamo lontani, vediamo. Devo occupare di fare i risultati e di allenare i giocatori che ho a disposizione. A volte i pensieri non mi vengono detti perché rimangono pensieri“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy