Compleanno Berlusconi, Nocerino: “Felice di averlo conosciuto, è un grande. Milan, ho un consiglio per te”

Compleanno Berlusconi, Nocerino: “Felice di averlo conosciuto, è un grande. Milan, ho un consiglio per te”

Le dichiarazioni dell’ex centrocampista di Palermo e Milan, attualmente in forza all’Orlando City.

Commenta per primo!

Calciatori, dirigenti, politici, uomini dell’attuale e vecchio Milan.

Continuano ad arrivare messaggi di auguri a Silvio Berlusconi. L’ex Premier e leader di Forza Italia compie oggi ottant’anni, essendo nato a Milano il 29 settembre 1936.

“Faccio tanti auguri al presidente. È un grande, ha una marcia in più. Ho avuto il piacere di parlare con lui e ti mette una carica incredibile. Non ti mette in soggezione, è molto simpatico e alla mano. È una persona molto umile che ricordo con vero piacere. Sono contento di averlo conosciuto e gli faccio tanti, tanti auguri – le parole di Antonio Nocerino ai microfoni di Calciomercato.it -. I problemi del Milan? Purtroppo quando sono andati via tutti i campioni bisognava sostituirli non con giocatori ma con uomini, perché quei grandi campioni erano prima di tutto grandi uomini. Il Milan deve seguire quella scia. Adesso ha avuto qualche difficoltà, ma spero possa risolvere la situazione e tornare in Champions, dove merita di stare”.

Maldini come bandiera – “Inserire una ex bandiera rossonera in società? Io punterei su Maldini, perché è un grandissimo e può insegnare cosa vuole dire giocare nel Milan, stare nel Milan e indossare quella maglia. Penso anche ad Albertini e Ambrosini. Mi sono sempre chiesto perché questi grandi giocatori, che sono prima di tutto grandi uomini, non hanno mia avuto un’opportunità a livello dirigenziale. Soprattutto dopo l’addio della vecchia guardia nel 2012. Tutte le squadre lo fanno: la Juve ha Nedved, l’Inter Zanetti, il Milan invece ha un vuoto. Spero con tutto il cuore che questi giocatori possano aiutare la squadra perché solo loro possono far capire cosa significare giocare nel Milan”.

Orlando e il futuro – “Sono straconvinto della scelta di Orlando, sono felicissimo qui soprattutto con il nuovo staff tecnico. Sono persone eccezionali e molto preparate, quindi adesso mi trovo molto meglio. All’inizio ho avuto un po’ di difficoltà perché non ho mai giocato dove mi piace e questo mi ha penalizzato. Jason Kreis (il nuovo tecnico di Orlando, ndr) invece ha capito il mio ruolo e adesso è molto più semplice per me, anche perché non ci si dimentica di come si gioca. Spero di giocare altri quattro o cinque anni a Orlando e chiudere la carriera qui. A fine campionato parlerò con l’allenatore, ma penso di rimanere”, ha concluso l’ex Palermo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy