Clamoroso mr. Bee: “Cinesi al Milan? Guarderanno solo al proprio profitto”

Le dichiarazioni del noto broker thailandese, il quale attacca frontalmente la holding in trattativa per l’acquisto delle quote di maggioranza del Milan.

4 commenti

Bee Taechaubol passa all’attacco.

Intervistato dai microfoni di Goal.com, il noto broker thailandese – per lunghi tratti in pole position per l’acquisto delle quote di maggioranza del Milan – ha sollevato diversi dubbi relativi all’ormai prossimo insediamento della holding cinese in seno alle più alte cariche della dirigenza rossonera.

“Coloro che stanno attualmente trattando per l’acquisto del Milan non sono altro che intermediari. L’amministratore delegato del fondo cinese diventerà il nuovo ad del Milan. Così facendo, immettendo ingenti somme provenienti da dieci gruppi aziendali diversi, non si fa altro che realizzare profitto per gli investitori – accusa mr Bee -. Preferirei che il Milan venisse acquistato da un italiano, non vi è motivo alcuno di comprare giocatori su giocatori, si va verso una gestione insostenibile. Il Milan può generare profitti da solo ed auto-sostenersi. In principio anche io ero interessato alla maggioranza, tuttavia successivamente ho capito  quanto un proprietario non italiano rovinerebbe il brand rossonero. Noi dovremmo essere soltanto investitori finanziari, addetti al ramo commerciale. C’è stata tanta confusione. Ho avanzato una prima offerta per la maggioranza, ma successivamente mi sono reso conto di non aver alcun diritto di reclamarla. Un milionario non può sbarcare in Italia pensando di acquistare di punto in bianco un’icona nazionale. Resto comunque a disposizione di Berlusconi, nonostante la decisione finale spetti a lui. Il mio gruppo ha un progetto a lungo termine capace di rifondare la società dalle proprie radici interne”.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giacomo Drago - 3 mesi fa

    Perchè qualcuno i era illuso???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mario Genovese - 3 mesi fa

    Sono d’accordo con Nicola …ed in ogni caso loro venivano x perderci,?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nicola Patti - 3 mesi fa

    Le parole di quest uomo lasciano il tempo che trovano… E ovvio che chi investe nel calcio guarda al propio profitto. Ma nn solo gli stranieri, ma anche italiani. Anche gli arabi sono i più riciclatori di denaro, ma spendono anche parecchi soldi e hanno portato grandi giocatori. E se questo è il favore in cambio del profitto, ben vengano! E un dare e avere….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Dario Spanó - 3 mesi fa

    Per fortuna…mica arrivano per fare beneficenza

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy