Messina, tifosi contro società: “Andate via, lasciate a costo zero o sarà boicottaggio”

Messina, tifosi contro società: “Andate via, lasciate a costo zero o sarà boicottaggio”

La nota dei gruppi organizzati peloritani decisi a mandar via da Messina l’attuale dirigenza.

6 commenti

Una città, una tifoseria in subbuglio contro la società, una posizione in classifica che rende gli animi caldi.

Non parliamo di Palermo, basta allontanarci di qualche chilometro per arrivare a Messina dove la società peloritana si ritrova invischiata nella lotta per non retrocedere dalla Lega Pro alla Serie D, il quattordicesimo posto non fa dormire sonni tranquilli al club. E non vogliono star tranquilli nemmeno i tifosi della Curva Sud, negli ultimi anni sofferenti della situazione societaria, dalla A all’incubo nel giro di poco. Una situazione che non va più giù ai gruppi organizzati giallorossi, che uniti hanno ormai dato l’ultimatum alla società guidata dal presidente Natale Stracuzzi.

I gruppi organizzati della curva sud – si legge nella nota – a seguito della situazione disperata in cui versa l’ACR Messina, chiedono agli attuali soci, che gli stessi cedano incondizionatamente ed a costo zero la totalità delle quote societarie. È in atto la costituzione di un comitato spontaneo formato dai rappresentanti dei gruppi della sud che, avute le quote, si renderà parte diligente per cercare di trovare figure disposte a sostenere la società e consentire quantomeno il traghettamento fino a fine stagione cercando di salvare il salvabile per poi cercare di programmare.  La mancanza assoluta di prospettiva, la manifesta incapacità gestionale, l’inconsistenza economica e le continue prese in giro dell’attuale proprietà rendono improcrastinabile questa cessione a costo zero“.

Salerno: “Dopo Catania e Messina, eccomi a Palermo. Possiamo salvarci!”

È palese che la dirigenza tutta per le scellerate scelte gestionali è invisa alla città nella sua interezza, sia la componente sportiva, sia imprenditoriale che politica. Nessuno è disponibile a dare più credito a questo gruppo. Nessuno fino a quando ci sarà questa gente vorrà investire un solo euro sulla nostra squadra, tranne improponibili soggetti (vedi Massone) dal passato torbido che farebbero i loro interessi personali. Rendiamo merito al lavoro fatto lo scorso anno ma adesso andate via e lasciate la nostra squadra a costo zero. Se le nostre richieste non verranno ascoltate procederemo a boicottare ogni iniziativa della attuale proprietà disertando, a malincuore, in primis lo stadio e ponendo in essere le iniziative che riterremo opportune. Andate via e liberate il Messina!“.

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ferdinando Lo Cascio - 11 mesi fa

    Lo Monaco fa terra bruciata alla Attila…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Vincenzo Monte - 11 mesi fa

    Grande città è solo Palermo a dire il vero, ormai è finito il calcio in Sicilia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giuseppe Ajosa - 11 mesi fa

    Perché guardano solo ai profitti è finita la passione del calcio…..!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Paolo Piraino - 11 mesi fa

    Che schifo, non riesco a capire come una regione come la sicilia con oltre 5milioni di abitanti non abbia un calcio di tutto rispetto almeno nelle 3 grandi città.
    Ma i stessi politici della regione sicilia non si vergognano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Giuseppe Torregrossa - 11 mesi fa

    Il calcio in Sicilia è finito!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Linus Larrabee - 11 mesi fa

      non solo il Calcio: lo sport fallito è uno spettro dell’economia ormai morta

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy