Messina, la Curva Sud: “Si rischia di scomparire, abbiamo bisogno di tutta la città”

Messina, la Curva Sud: “Si rischia di scomparire, abbiamo bisogno di tutta la città”

I tifosi del Messina chiedono a gran voce l’aiuto della città per evitare che il club fallisca.

Commenta per primo!

Il futuro del Messina è a rischio e allora ci pensano i tifosi a provare a mobilitare l’ambiente intorno al club peloritano.

Di seguito il comunicato lanciato dai gruppi organizzati della Curva Sud che sono intervenuti chiedendo l’aiuto della città affinché il club giallorosso non faccia una brutta fine a causa dei molteplici problemi finanziari che lo attanagliano. Di seguito il comunicato.

“La squadra di calcio della città appartiene a tutti. Non è dei presidenti e dei dirigenti di turno. Loro oggi ci sono, domani non so sa. Ciò che resta per noi tifosi è il Messina. L’unica cosa che ci interessa è il bene della biancoscudata. E in questo momento così difficile per il futuro dell’Acr Messina, con l’iscrizione a rischio al prossimo campionato, auspichiamo che tutte le forze sane diano una mano per scongiurare quest’ennesima iattura in città. Ci rivolgiamo, dunque, con il massimo rispetto, a tutti gli imprenditori, artigiani, commercianti, liberi professionisti che hanno la possibilità di dare un contributo in base alla propria disponibilità finanziaria. Noi tifosi, più o meno incalliti, più o meno “pazzi” per il nostro Messina, stiamo facendo il nostro dovere con la corsa agli abbonamenti. Un gesto d’amore a scatola chiusa. Senza esitazione, per salvare un patrimonio che appartiene alla città. Perché il Messina non è solo una squadra di calcio, ma un simbolo, un momento di aggregazione, una delle poche bandiere rimaste di questa martoriata città. Oggi non è più il tempo delle polemiche, delle chiacchiere, degli alibi. Serve una presa di coscienza forte. Oggi il Messina rischia di scomparire e ha bisogno di tutti. Chi darà una mano concreta non farà un favore al presidente Proto o al suo entourage, ma aiuterà solo il Messina. La squadra di calcio della propria città. Chi non lo farà dovrà mettersi una mano sulla coscienza. Perché se il Messina morirà la colpa sarà di tutti. Nessuno escluso”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy