Palermo in Serie C, l’affondo di Liverani: “Rosa avversari impegnativi, ma se hanno commesso irregolarità…”

Palermo in Serie C, l’affondo di Liverani: “Rosa avversari impegnativi, ma se hanno commesso irregolarità…”

Il tecnico dei salentini ripercorre le tappe del campionato appena concluso e si esprime sulla situazione legata al club di Viale del Fante

Fabio Liverani parla della stagione appena trascorsa e della promozione in Serie A ottenuta con il suo Lecce.

Il tecnico dei salentini, attraverso le colonne de ‘Il Corriere dello Sport’, si è proiettato al futuro e ripercorso le tappe del campionato cadetto appena terminato che ha visto i giallorossi concludere al secondo posto in classifica.

“Sono orgoglioso di quello che ho fatto. Anche da giocatore ho dovuto sempre soffrire. Non si capiva mai del tutto se in me credevano oppure no. Ma il lavoro mi ha sempre ripagato di tutto. Da allenatore debbo ancora crescere e alzare l’asticella. Ma guai se non fosse così. Perché senza ambizione il lavoro del campo pesa. Certo, non ho fretta. Ho sempre avuto pazienza. Intanto mi godo il mio Lecce. Avversaria più impegnativa? Senza dubbio il Palermo. È stata la squadra che ci ha fatto soffrire di più. Ma con le individualità che ha la rosa dei siciliani era normale fare la differenza. Il Brescia con Corini ha avuto la stessa metamorfosi che abbiamo subito noi. Avversario di grande coesione, con giocatori formidabili che in A potranno fare bene. Giustizia sportiva? Se i rosanero hanno commesso irregolarità è giusto che si faccia chiarezza: Gravina appena insediatosi in FIGC ha detto che le cose sarebbero cambiate. Non entro nel merito della decisione, ma condivido l’idea che bisogni dare un segnale forte. Non si può prorogare sempre il momento della resa dei conti o aspettare qualcuno che giunga a salvarci”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy