Lecce, Liverani dopo la sconfitta: “Preso un gol da polli. Ecco cosa chiedo ora alla mia squadra”

Lecce, Liverani dopo la sconfitta: “Preso un gol da polli. Ecco cosa chiedo ora alla mia squadra”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Lecce al termine della sfida persa contro l’Ascoli di Vincenzo Vivarini

Uno a zero. E’ questo il risultato maturato ieri pomeriggio fra le mura dello stadio “Cino e Lillo Del Duca”.

L’Ascoli è riuscito a battere il Lecce di Fabio Liverani nel match valido per la terza giornata del campionato di Serie B. Una vittoria conquistata dagli uomini di Vincenzo Vivarini grazie alla rete siglata al 69′ da Matteo Ardemagni, sbarcato in estate nelle Marche dopo l’esperienza in quel di Avellino.

Intervenuto ai microfoni della stampa al termine della sfida contro i bianconeri, il tecnico del Lecce ha detto la sua sulla prestazione offerta dalla sua squadra in trasferta.

“Rispetto alle precedenti prestazioni ci sono stati passi indietro sul piano del palleggio, che è il modo attraverso il quale creiamo occasioni da gol. All’inizio abbiamo fatto discretamente, salvo poi soffrire pur tenendo bene il campo. Mentre nella ripresa abbiamo rinunciato a giocare e abbiamo incassato un gol da polli – ha dichiarato Liverani -. La trattenuta di Ardemagni su Meccariello? Non commento la decisione dell’arbitro, ma il mio difensore, che fino a quel momento era stato perfetto, si è fatto beffare come un bambino… Ci è mancata la grinta della grande squadra e anche il caldo ha influito. Forse paghiamo il fatto di essere una matricola, ma non posso concepire che un giocatore che fa una partita straordinaria come Meccariello si lasci tirare giù in quel modo. Nello stesso tempo chiederei più attenzione perché poi i punti pesano. Noi andiamo via con zero punti, c’è rammarico e rabbia. E li dovremo mettere in campo nelle prossime partite. Noi dobbiamo salvarci”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy