Xavi:”Vi racconto quel giorno in cui sfidai Miccoli”

Xavi:”Vi racconto quel giorno in cui sfidai Miccoli”

Il talento di Fabrizio Miccoli era già straordinariamente evidente alla fine degli anni novanta. L’ha raccontato alla Gazzetta dello Sport un vero e proprio mito vivente del calcio mondiale.

Commenta per primo!

Il talento di Fabrizio Miccoli era già straordinariamente evidente alla fine degli anni novanta. L’ha raccontato alla Gazzetta dello Sport un vero e proprio mito vivente del calcio mondiale come Xavi, che ha ripercorso per la Gazzetta dello Sport le sfide disputate contro la nazionale italiana nel corso della sua carriera. Il regista del Barcellona ha ricordato in particolare la sfida contro l’Italia Under 18 del 1997. “Al tempo Pirlo gio­ca­va an­co­ra come mez­za­pun­tà – ha detto Xavi -. Vin­cem­mo 3-1 en­tram­be le par­ti­te però non c’era tanta differen­za tra noi, tutt’altro. Qui in Spa­gna si as­so­cia­va an­co­ra l’Ita­lia al ca­te­nac­cio ma io ri­cor­do che quel­la era già una na­zio­na­le che vo­le­va gio­ca­re a cal­cio. Oltre a Pirlo mi ri­cor­do di Micco­li. Ad An­dria era un campo pic­co­lo quasi senza spal­ti e pio­ve­va tan­tis­si­mo, il campo era pra­ti­ca­men­te im­pra­ti­ca­bi­le. Se non mi sba­glio Pirlo ci segnò con una gran pu­ni­zio­ne all’in­cro­cio. Era già un cal­cia­to­re di un altro li­vel­lo, una span­na su­pe­rio­re agli altri. Fi­si­ca­men­te mi ri­cor­do che aveva i ca­pel­li lun­ghi, un po’ come ora”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy