Udinese-Juventus, Tacchinardi: “Bianconeri quest’anno mostruosi. Tifo per Ancelotti…”

Udinese-Juventus, Tacchinardi: “Bianconeri quest’anno mostruosi. Tifo per Ancelotti…”

Le parole dell’ex centrocampista alla vigilia del match tra i friulani e i bianconeri

Sfida di grande rilievo per l’Udinese.

Gli uomini di Julio Velázquez ospiteranno allo Stadio Friuli la Juventus, che viene da sette vittorie consecutive e di certo non avrà nessuna intenzione di perdere il suo primato. A parlare del match in questione è intervenuto Alessio Tacchinardi, ex centrocampista dei bianconeri e attualmente tecnico del Lecco, nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di RMC Sport: “Per la Juve domani un altro test importante ma sulla carta non proibitivo. Credo che gli uomini di Allegri non sottovaluteranno questo impegno, nonostante arrivi dopo una bella vittoria in ChampionsL’Udinese? deve provare a fare la sua partita anche se obiettivamente è davvero difficile perché la Juve di quest’anno è mostruosa“.

In seguito ha parlato di Paulo Dybala, per il quale non è ancora certo un posto da titolare: “Per me sarà titolare, sta giocando bene nelle ultime giornate, ha ritrovato la gamba giusta. Quando è a posto fisicamente è un giocatore troppo importante. Spero lo faccia giocare, perché vede e sente la porta, è in grande condizioni mentali.  Giocare senza Ronaldo per esprimersi meglio? Lo Young Boys è solo un caso. Si sono incastrati bene con il Napoli, i grandi giocatori fanno così“.

Anche Federico Bernardeschi sgomita per partire dal primo minuto: “L’abbondanza c’è, c’era anche ai mieti tempi. E qualcuno deve restare in panchina. E’ vero che Allegri gli ha tirato le orecchie, ma lo strapotere che ha ora è clamoroso. Gli è scattato qualcosa nella testa. Ora è un giocatore super, davanti ha dei grandissimi, ma nella testa sua e dell’allenatore è già titolarissimo. E molto è merito suo, perché la maglia della Juventus pesa e puoi essere tritato da questa responsabilità e dalle critiche. Ha avuto la forza di reagire, l’acquisto di Ronaldo forse lo ha reso migliore“.

Infine sul Napoli di Carlo Ancelotti: “Più forte di quello di Sarri? Mi piacciono entrambi. Quello di Sarri giocava un calcio stellare, non hanno vinto per un altro campionato stellare, quello della Juventus. Tifo per Ancelotti, spero faccia un grande campionato. Ha grande esperienza e serenità, sa far rendere al meglio la squadra. Sta facendo un lavoro importante, ci poteva essere una crisi di rigetto dopo Sarri, invece non è stato così“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy