Prandelli: “La Juventus non ha ancora trovato il suo equilibrio”

Prandelli: “La Juventus non ha ancora trovato il suo equilibrio”

L’intervista al tecnico che ha appena lasciato Valencia: “Tanta amarezza e rabbia, mi hanno bloccato operazione Zaza”.

Commenta per primo!

Un’esperienza durata appena pochi mesi e conclusasi nel peggiore dei modi.

Cesare Prandelli via dal Valencia, rassegnate le dimissioni. “La conclusione dell’esperienza a Valencia? Amarezza, rabbia e delusione, tutto perché ho lavorato tre mesi in modo intenso. Abbiamo provato ad affrontare i problemi, anche con la proprietà. Quando sono andato a Singapore avevano concordato dei miglioramenti. Visti i problemi relativi al fair play finanziario, ho detto alla proprietà: ‘Chiudiamo almeno il giocatore che più ci rappresenta, ovvero Zaza’. Ho parlato con il padre e con lui, era determinato e aveva detto sì, ma quando sono tornato a Valencia si è bloccato tutto – ha raccontato Prandelli a Sky Sport -. Futuro? Ho talmente tanta adrenalina che la mia sola volontà è quella di tornare subito in campo”.

SERIE A – “Il campionato italiano? Negli ultimi 4-5 anni ci sono quelle squadre che lottano per non retrocedere. Poi c’è una fascia di squadre che non riesce a tenere il passo delle grandi e poi si stanno risvegliando le milanesi sperando che non ci portino via i nostri valori. La Juventus? E’ una squadra che non ha ancora trovato il proprio equilibrio, Max sta lavorando per trovarlo e in questa fase qua avrà il tempo per proporre una squadra di livello europeo e per lottare con tutti anche in ambito internazionale”, ha concluso Prandelli.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy