Monaco, Glik si difende: “Non volevo fare male a Higuain, meritavo il cartellino rosso”

Monaco, Glik si difende: “Non volevo fare male a Higuain, meritavo il cartellino rosso”

Le parole del difensore dei monegaschi che si è giustificato dopo il brutto intervento rifilato a Gonzalo Higuain.

Commenta per primo!

Nervi tesissimi nella sfida di ritorno di Champions League tra Juventus e Monaco, gara giocata allo Juventus Stadium e vinta 2-1 dai bianconeri che hanno così conquistato la finale di Cardiff del prossimo 3 giugno.

Nel secondo tempo della gara quando i monegaschi si sono resi conto dell’eliminazione, hanno perso un po’ le staffe cominciando a entrare in modo poco ortodosso sugli avversari. Uno degli interventi più rischiosi e anche poco leali è stato quello dell’ex difensore rosanero Kamil Glik che ha rifilato un pestone bello e buono all’attaccante juventino Gonzalo Higuain. L’ex capitano del Torino, nel dopo gara, si è voluto giustificare in questo modo ai microfoni di Canal +.“In una partita di calcio queste cose possono capitare, in campo ci stanno questi e altri falli, è stata un’azione veloce. No, non ci siamo visti. Ho parlato con altri giocatori della Juventus, non ho avuto l’occasione di farlo con lui. Pure io ho preso le botte da lui per cinque anni, queste cose possono capitare. Non l’ho fatto apposta e non avevo alcuna intenzione di provocare i tifosi ,forse mi meritavo il cartellino rosso, ma in passato i giocatori della Juventus non hanno avuto così tante espulsioni”. 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy