Mascardi: “Parlato con Dybala, sua scelta giusta. In Nazionale deve giocare con Messi”

Mascardi: “Parlato con Dybala, sua scelta giusta. In Nazionale deve giocare con Messi”

Le parole del rappresentante della Pencil Hill ed ex procuratore di Paulo Dybala: “Lo volevano anche l’Inter e il Milan ma lui ha fatto bene a scegliere il club che dava più garanzie tecniche”.

Commenta per primo!

Gustavo Mascardi rompe il silenzio.

Il rappresentante della Pencil Hill ed ex procuratore di Paulo Dybala è stato denunciato da Zamparini dopo che era stato notificato un pignoramento ai danni della società di viale del Fante.

Palermo, comunicato Zamparini su Mascardi: “Notificato pignoramento nei confronti del nostro club”

Caso Dybala: Zamparini dai pm per la controdenuncia. Accuse contro Paulo e il fratello Mariano

Nessuna parola però sulla vicenda legale per Mascardi, nel corso di un’intervista rilasciata a Gazzamercato.it. “Quando parlo con Paulo e il suo agente Triulzi ho la riprova che il ragazzo è davvero sulla strada giusta. Un anno fa lo volevano anche l’Inter e il Milan ma lui ha fatto bene a scegliere il club che dava più garanzie tecniche. E il suo percorso in bianconero è appena cominciato – ha detto Mascardi -. Resterà a lungo alla Juve? Il mercato può offrire sempre tante tentazioni, ma Paulo ha dimostrato di avere le idee chiare. E’ vero che nei mesi scorsi il Barcellona ha fatto un sondaggio per la Joya, ritengo con un’offerta doppia a quanto speso dai bianconeri. Ma il giocatore per primo ha considerato più importante consolidare la sua esperienza nel club che gli sta dando l’opportunità di affermarsi ai massimi livelli. Nazionale? L’Argentina non può fare a meno di Messi: credo che lo convinceranno a cambiare idea. Piuttosto io sono convinto che Dybala non può non giocare titolare, con Messi appunto. Non aveva senso che andasse all’Olimpiade: Paulo deve essere un punto fermo per le qualificazioni al prossimo Mondiale”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy