Marotta: “La vittoria al Viareggio? Nostri giovani punto di riferimento in Italia”

Marotta: “La vittoria al Viareggio? Nostri giovani punto di riferimento in Italia”

L’intervista all’amministratore delegato dei bianconeri.

10 commenti

Una finale che ha sollevato diverse polemiche.

La settimana scorsa la Juventus di Fabio Grosso ha fatto suo il nono successo al Torneo di Viareggio, eguagliando il record del Milan. Battuto il Palermo di Bosi che rivendica un rigore per doppio fallo di mano allo scadere. Sulla vittoria dei baby-bianconeri è tornato a parlare l’amministratore del club torinese, Beppe Marotta. La Juventus rappresenta da sempre nel calcio italiano un punto di riferimento, sia per la valorizzazione dei propri giocatori che per i risultati ottenuti. Un esempio è la Viareggio Cup – ha detto l’ad juventino -. Questo grazie alla forza del club a una struttura di primo livello come lo Juventus Center messo a disposizione dei ragazzi e dei tecnici. Intendiamo continuare su questa strada perché riteniamo che il Settore Giovanile rappresenta una parte importante del patrimonio tecnico della società“.

La stessa attenzione viene rivolta anche ai ragazzi in prestito: “Quest’anno ne abbiamo più di 70 tra Italia e estero -sottolinea Marotta – C’è una struttura ad hoc, coordinata da Federico Cherubini che sta lavorando in modo egregio e che tiene i rapporti con i club e i giocatori e la nostra speranza è che alcuni di loro in futuro possano indossare la maglia bianconera. Un obiettivo che cerchiamo di perseguire nonostante la mancanza di una Seconda Squadra, che potrebbe invece garantire continuità anche per quanto riguarda la metodologia di allenamento“.

“La Seconda Squadra garantirebbe ai nostri giovani la possibilità di fare esperienza in un contesto un po’ più importante rispetto alla Primavera, ma meno pressante rispetto alla Prima Squadra – conclude l’amministratore delegato -. Ritengo che, sulla scorta delle esperienze fatte in altre nazioni, che sia uno strumento indispensabile e auspico che le componenti federali recepiscano quanto prima questo messaggio“.

10 commenti

10 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tanino Lecce Palermo - 2 anni fa

    Ladri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ninni Paternò - 2 anni fa

    Sempre e solo forza Palermo da 60 anni ed oltre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ninni Paternò - 2 anni fa

    Ma i nostri ragazzi sono i rosanero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giuseppe Lombardo - 2 anni fa

    unaltro rigore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Giuseppe Lombardo - 2 anni fa

    ma la ripresa lai vista .se lalbitro non fosse stato iuventino come minimo dava il rigore al palermo .e sono sicuro che avrebbe vinto sempre la iuventus perche avrebbe inventato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Giuseppe Ogliormino - 2 anni fa

    Si…..già da giovani gli avete fatto vedere come si vince con l’aiuto dell’arbitro….insomma come vince una strisciata in particolare la rubbentus. ladri!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Ninni Paternò - 2 anni fa

    Ma tacete che l’arbitro ha visto che nei venti minuti iniziali della ripresa vi abbiamo massacrato ed ai supplementari sarebbe arrivato il goal vittoria dei nostri ragazzi. Ma non ci bastano i politici a dire minchiate?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Pietro Mantegna - 2 anni fa

    Punti di ladri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Salvatore Anello - 2 anni fa

    si, ed anche dell’aiuto dell’arbitro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Giuseppe Lombardo - 2 anni fa

    chiamala vittoria truffaldin

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy