Juventus, Paratici: “Discuteremo il futuro di Allegri, fieri della continuità. Chiesa…”

Juventus, Paratici: “Discuteremo il futuro di Allegri, fieri della continuità. Chiesa…”

Il dirigente dei bianconeri ha commentato la vittoria dell’ottavo scudetto consecutivo

Ottavo scudetto consecutivo per la Juventus.

L’anticipo pomeridiano della trentatreesima giornata di Serie A ha visto i bianconeri affrontare la Fiorentina tra le mura dell’Allianz Stadium, alla ricerca di un punto fondamentale a chiudere definitivamente il campionato. I padroni di casa hanno trionfato grazie alla rete di Alex Sandro e l’autogol di German Pezzella, ribaltando l’iniziale svantaggio firmato da Nikola Milenkovic ed riconquistando il titolo di Campioni d’Italia.

Al termine del match il vicepresidente della Vecchia Signora, Fabio Paratici, ha parlato ai microfoni di DAZN, rilasciando le seguenti dichiarazioni: “Futuro di Allegri? Quando ci vedremo ne parleremo, non è giorno indicato per fare questi ragionamenti. Oggi le ragazze della Juventus hanno vinto il titolo meritatamente. E’ una giornata importante per noi. Chiesa? E’ oggettivamente bravo, non c’era bisogno di vederlo stasera o in altre gare. Dobbiamo goderci i sacrifici che abbiamo fatto, quando arriva il momento in cui vinci è giusto festeggiare. In questi anni non sono stato solo, ho dei grandi collaborati che sono la mia fortuna. Non sono il solo ad occuparmi di mercato. Siamo fieri della continuità, vincere come abbiamo fatto noi per otto anni di fila è veramente impossibile. La Juventus fatturava 200 milioni, ora ne fattura 500. La società ci ha sempre dato fiducia, dobbiamo ringraziare da Delneri a Conte fino ad Allegri. Sarà difficile ripetere un’operazione Ronaldo, non c’è solo il mercato per motivare l’ambiente. Ci penseremo e poi agiremo sia sul mercato e su quali siano i tasti da toccare per disputare una grande stagione. Siamo usciti con l’Ajax e siamo dispiaciuti, ma abbiamo giocato cinque quarti di finali e due finali. Siamo una società di intrattenimento, ogni anno li riusciamo a portare a vedere grandi gare e qualche volta si può anche perdere“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy