Juventus-Milan, Allegri: “Giusta la rabbia di Dybala. Kean? Fa gol, questo è importante”

Juventus-Milan, Allegri: “Giusta la rabbia di Dybala. Kean? Fa gol, questo è importante”

Le parole del tecnico dei bianconeri in merito alla vittoria ottenuta contro i rossoneri

La Juventus continua a vincere.

L’anticipo pomeridiano della trentunesima giornata di Serie A ha visto i bianconeri scendere sul campo dell’Allianz Stadium per affrontare il Milan, alla ricerca di una vittoria importantissima per archiviare definitivamente il discorso scudetto. I rossoneri erano passati in vantaggio con il gol di Krzysztof Piątek, ma i padroni di casa sono riusciti a completare la rimonta grazie al calcio di rigore trasformato da Paulo Dybala e la rete di Moise Kean.

Al termine del match il tecnico dei Campioni d’Italia in carica, Massimiliano Allegri, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, commentando così la prestazione dei suoi uomini: “Durante il primo tempo non abbiamo fatto molto bene, siamo stati molto arrangiati. Nel secondo abbiamo acquisito ordine e mentalità giusta. Sapevamo di avere di fronte il Milan e che quindi non sarebbe stato facile. C’era poi Alex Sandro centrale e non è propriamente il suo ruolo. Le difficoltà dunque potevano esserci, ma con l’andare della partita siamo cresciuti. Dybala è giusto che si sia arrabbiato in fondo, veniva anche da un periodo che non giocava, anche per una botta rimediata al polpaccio. Tutti vogliono giocare e tutti devono essere consapevoli che ci sono compagni che vogliono ‘rubarti’ il posto. Kean fa gol e questo è importante. Tra l’altro stasera ha fatto una bella esultanza. Vedremo se potrà essere titolare in Champions, anche perché considero importante che certi giocatori partano dalla panchina. Nel primo tempo abbiamo regalato un gol, era giusto prenderlo in fondo dopo che, passato un minuto dall’inizio, abbiamo regalato una colossale occasione a Piatek. Dopo c’è da dire, non abbiamo concesso più niente. Rugani ha fatto fatica, come De Sciglio e Bernardeschi da mezzala. Come ho detto eravamo un po’ arrangiati per le molte assenza. Poi è entrato Pjanic, ci ha dato tempi e rapidità, ed è stato davvero fondamentale“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy