Juventus, Buffon-Day: “Orgoglioso dell’accostamento a Fifa e Figc. Nazionale? Se ero un problema tre mesi fa…”

Juventus, Buffon-Day: “Orgoglioso dell’accostamento a Fifa e Figc. Nazionale? Se ero un problema tre mesi fa…”

La conferenza stampa del portiere e capitano bianconero Gianluigi Buffon

di Mediagol11

Gigi Buffon è presente in sala stampa per annunciare il proprio futuro ai giornalisti presenti.

Sul suo momento più duro dal 2010 in poi, dichiara: “E’ stato il momento della svolta quando tutti giustamente pensavano che Buffon avesse finito per via dell’operazione alla schiena. Ho deciso dentro di me e ho trovato la forza per fare della mia carriera qualcosa di unico. Questa sfida ha fatto si che a distanza di otto anni ci troviamo qui con tanti trofei vinti e con tanta soddisfazione in più. All’epoca era impensabile anche per me. Mi nutro di ambizioni e sogni. Quale sentimento prevale? Vivo una grande gratificazione. Le sfide non mi hanno mai fatto paura”.

Ecco quale mestiere Buffon immagina per se stesso: “Sul fuori campo, un periodo di formazione credo sia giusto per capire quali siano gli interessi predominanti. E per comprendere quale sia l’indirizzo professionale da prendere”. Argomento Nazionale italiana: “Se Buffon è stato un problema tre mesi fa, pensiamo cosa sarebbe oggi. La Nazionale ha già dei grandi e giovani portieri che hanno da fare grandi esperienze”.

Se cerca un club per poter riuscire a vincere la Champions“No, si tratti di stimoli e sensazioni – afferma Buffon – Sono tante le riflessioni che dovrò fare. Sicuramente non sono uno che pensa che sia giusto finire la carriera in un campionato di terza o quarta fascia. Sono un animale da competizione”. Riguardo all’accostamento a Fifa e Figc“Mi inorgoglisce. Non voglio mai deludere però. Il giorno che avrò la certezza di voler intraprendere un certo percorso, lo farò con la voglia ricambiare la fiducia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy