Juventus, Allegri: “Dopo Cardiff ho pensato di smettere davvero”

Juventus, Allegri: “Dopo Cardiff ho pensato di smettere davvero”

L’intervista al tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri: “A Cardiff ho pensato di lasciare per qualche ora, dovevo capire cosa c’era dentro di me”.

Commenta per primo!

“A Cardiff ho pensato di lasciare per qualche ora, dovevo capire cosa c’era dentro di me“.

A confessarlo, il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, ai microfoni di Sky Sport. “Sarà un anno ancora più difficile dopo tre anni di vittorie. Con la società abbiamo deciso di andare avanti cercando di migliorare anche dal punto di vista del gioco. L’obiettivo primario sarà lo Scudetto, poi la Coppa Italia e la Champions. L’obiettivo è entrare nelle prime otto in Europa. Sarà difficile perché ci sono cinque squadre inglesi e bisogna farsi trovare pronti. A Cardiff nel primo tempo abbiamo fatto bene mentre nel secondo il Real ci ha dominati e ha vinto meritatamente. Capisco l’amarezza di aver perso due finali in tre anni, però bisogna anche vedere il bicchiere mezzo pieno, come i sei scudetti vinti di fila”, le parole del tecnico livornese.

“Non ho mai parlato e preso impegni con nessuno, ero molto concentrato sulla Juventus – ha aggiunto Allegri -. Il prossimo anno sarà un anno diverso, anche perché c’è il Mondiale. Mercato? dobbiamo dare continuità al 4231, vedremo cosa accadrà.. Al momento siamo a posto numericamente, a parte davanti. La società lavora bene, ci penseranno nel migliore dei modi. Spalletti ha dimostrato di essere molto bravo e all’Inter sarà un valore aggiunto. Juventus e Napoli sono avanti agli altri, ma anche Inter, Milan e Roma sono tutte in corsa per fare bene. Buffon è intelligente, avrà un futuro importante. L’importante è che faccia bene ancora quest’anno, visto che è il migliore al mondo. Dovrà prepararsi per l’ultimo Mondiale, e quello lo farà con noi alla Juventus“.

Ultima chiosa sul mercato e sui nomi maggiormente caldi in casa Juventus: “Douglas Costa? E’ molto bravo, è un nostro obiettivo. Bernardeschi? E’ promettente per la nostra nazionale. Schick? Fa cose non normali. De Sciglio? Siamo a posto in difesa”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy