Juventus, Allegri: “Battere l’Udinese per rubare punti a Napoli e Roma. Il mercato dovrebbe chiudere il 30 luglio”

Juventus, Allegri: “Battere l’Udinese per rubare punti a Napoli e Roma. Il mercato dovrebbe chiudere il 30 luglio”

La conferenza stampa del tecnico bianconero: “L’Udinese ha buoni giocatori e un ottimo allenatore appena arrivato, chi pensa che sarà facile sbaglia”.

Commenta per primo!

Ci siamo. Dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali, torna il campionato di Serie A.

In programma l’ottava giornata: si comincerà domani con tre partite in tre orari diversi. Fra queste anche la Juventus che, allo Stadium (alle ore 20.45), sfiderà l’Udinese di Delneri. Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro i friulani, Massimiliano Allegri ha trattato diversi argomenti.

“Vincere domani significherebbe rubare punti almeno ad una tra Napoli e Roma, quindi è importante. L’Udinese ha buoni giocatori e un ottimo allenatore appena arrivato, domani bisogna vincere con umiltà e chi pensa che sarà facile sbaglia. Al momento non siamo messi male, l’anno scorso stavamo messi peggio. Il problema per domani sono le ore di volo fatte per tornare dalle Nazionali, domani è la prima partita di un mese importante dove abbiamo due scontri diretti con Milan e Napoli, oltre alla doppia sfida con il Lione – ha dichiarato il tecnico bianconero -. Domani non ci saranno Pjaca, Asamoah e Rugani. Marchisio ha fatto bene nella partitella e sono contento, parlerò con i medici e cercherò di dargli spazio nell’arco di queste partite. Claudio è sempre stato tra i protagonisti della Juve, bisogna gestire bene minutaggio e partite perché dopo sei mesi di inattività possono esserci altre problematiche e non si può pensare che possa avere un rendimento costante sin da subito. Dobbiamo lavorare partita dopo partita. Abbiamo affrontato quattro squadre importanti, dobbiamo continuare così. Poi, penseremo alla doppia sfida con il Lione, perché è una corsa a tre per i due posti validi per gli ottavi”.

Higuain-Dybala – “Uno dei due giocherà sicuramente, non ci sono alternative e valuterò dopo l’allenamento di oggi. I Sudamericani sono sempre tornati puntali dagli impegni con le Nazionali. Oggi valuterò le condizioni dei ragazzi dopo 18 ore di volo. La prima dopo la sosta è sempre la più difficile, i giocatori devono tornare con la testa alla stagione della Juventus”.

Italia ok, e quell’errore di Buffon… – “Contro la Spagna ho visto una buona Italia, ha finito bene e poteva addirittura vincere. Sembrava che la Spagna stesse dominando, ma le partite durano 95 minuti e la sfida di Torino ne è la dimostrazione. Era difficile vincere in Macedonia per come si era messa, sono contento per la Nazionale. L’errore di Buffon in porta? Criticare Buffon è una bestemmia, ha fatto un errore tecnico con i piedi e lui di solito gioca con le mani. Non si può mettere in discussione chi per vent’anni è stato al top”.

Napoli-Roma – “Il campionato è iniziato adesso, vincendo matematicamente ruberemo i punti a una delle due e quindi sarà importante vincere, domani ci serve anche la spinta dei nostri tifosi. Mi dispiace per l’infortunio di Milik ma anche per quello di Montolivo. Riccardo non è stato molto fortunato negli ultimi anni, spero di vederlo in campo il prima possibile. Per lo scudetto servono un tot di vittorie, ad ogni vittoria si accorcia la distanza dall’obiettivo”.

Calciomercato e non solo – “Ripristinerei la sessione di novembre, accorciando a metà luglio quella estiva. Finestra invernale? Chi è bravo fa i colpi subito, il 5 gennaio. Ci vuole un mese per integrarsi nel gruppo. Se una società fa il colpo il 31 gennaio, il giocatore sarà a disposizione a marzo. E non ha senso. Kean? È bravo, ma ha 16 anni. Con Pjaca fuori lo porteremo in prima squadra e gli servirà per fare esperienza, ma non è l’unico ragazzo del 2000 interessante. Cuadrado può cambiare ruolo e fare la mezzala, Sturaro può fare l’esterno, ma non sono qui per inventare ruoli. Ci sono dei processi che vanno portati a termine, ad esempio Lemina diventerà un centrale di livello ma adesso fa meglio la mezzala, ha solo bisogno di tempo”, ha concluso Allegri.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy