Dybala: “Non sono un eletto, sapevo di dover sacrificarmi di più rispetto a quando ero al Palermo. Sul gol di oggi…”

Dybala: “Non sono un eletto, sapevo di dover sacrificarmi di più rispetto a quando ero al Palermo. Sul gol di oggi…”

Le parole dell’argentino.

11 commenti

“Io un eletto? No, no, per niente. Tevez? So che ciò che ha fatto lui alla Juve è qualcosa di grandioso. Lui ha vinto tantissimo, e io ancora nulla. Non posso farlo dimenticare ai tifosi juventini se non vinco nulla“. A dirlo l’attaccante della Juventus, Paulo Dybala, intervistato ai microfoni di SkySport al termine del match vinto contro la Roma. “Qui la squadra, i miei compagni, la società mi aiutano a stare tranquillo, devo ringraziarli per tutto questo. Non è facile giocare con questa maglia. Il loro supporto è prezioso – ha aggiunto -. Gol pensato o d’istinto? Ho pensato che se dovevo tirare, dovevo farlo subito, c’era il difensore dietro di me. Allegri prima mi usava col contagocce? Non mi ha mai dato fastidio la cosa, non pretendevo di giocare tutte le partite quando sono arrivato. Sapevo che dovevo sacrificarmi di più rispetto a quanto fatto col Palermo. Fortunatamente ho dei compagni generosi che mi aiutano tantissimo”.

11 commenti

11 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. UnoNessunoCentomila - 1 anno fa

    Dybala sei un grande campione ma non ti meriti nessun affetto da noi TIFOSI, goditi la tua maglia strisciata e non nominare più il Palermo, se ti è possibile. Ogni volta che lo fai emerge ingratitudine verso la piazza che ti ha fatto crescere.
    Sei solo un bamboccio !! Niente a che vedere con il grande ,immenso Pastore .Campione e UOMO VERO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. soloperlamaglia - 1 anno fa

    Pastore e Miccoli sono stati due campioni, tu sei stato solo uno forte di passaggio. Sei un ingrato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Vincenzo Calascibetta - 1 anno fa

    Giocatore immenso come uomo meno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gabriella Mazzola - 1 anno fa

    E quando sei venuto con la tua nuova squadra neanche un saluto….vergogna…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Marco Torcivia - 1 anno fa

    Penso (e spero) voglia dire sacrificarsi di più per giocare titolare…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Salvatore Bavari - 1 anno fa

    Spero per te si sia trattato solo di difficoltà espositiva dovuta alla lingua caro dybala… Se cosi non fosse, vergognati ! La maglia che indossi va onorata , fino in fondo, anche se giochi nel più piccolo dei club, a maggior ragione nel Palermo che ti ha preso, aspettato, coccolato e dato 1milione per una stagione ! Impara da Ilicic ad essere signori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Marco Targia - 1 anno fa

    “Sacrificarmi di più di quanto fatto col Palermo”. Per un tifoso la maglia si suda al 101% non funziona così! Detto ciò ormai sei solo il passato!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dario Spano' - 1 anno fa

      Voi tifosi date sempre troppo peso alla parole di circostanza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. UnoNessunoCentomila - 1 anno fa

        Noi tifosi diamo peso alla mancanza di rispetto nei confronti della nostra maglia che a quanto pare non ha sudato abbastanza, da quello che risulta dalla sua dichiarazione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giuseppe D'Ambrogio - 1 anno fa

      A Palermo il gioco girava attorno a lui.. Qui è lui che deve girare per giocare quindi sacrificio in questo senso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. UnoNessunoCentomila - 1 anno fa

        Mi dispiace ma una frase così infelice non può essere giustificata. Dire che si deve impegnare di più perché adesso è alla juve, rispetto a quanto s’impegnava quando era a PALERMO,significa solo disprezzo e ingratitudine nei nostri confronti.
        Ma il bamboccio non è nuovo a queste uscite, spero che lei si ricordi quando disse che solo il bianco sta bene col nero….non certo il rosa…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy