Caso Kean, Bonucci si difende: “Mie parole interpretate male, il razzismo è ingiustificabile”

Caso Kean, Bonucci si difende: “Mie parole interpretate male, il razzismo è ingiustificabile”

Il difensore aveva attribuito anche all’attaccante le colpe dei cori razzisti dei sardi

Passo indietro di Leonardo Bonucci.

Aspre critiche erano piovute sul difensore bianconero dopo che, nel post partita di Cagliari-Juventus, il numero 19 dei campioni d’Italia aveva attribuito il 50% delle responsabili dei “buu” razzisti contro Moise Kean tra i tifosi dei sardi ed il compagno di squadra. La polemica non si è placata, tanto da portare l’ex Milan a rettificare quanto detto tramite i social.

Dopo 24 ore desidero chiarire il mio pensiero. Ieri sera ho parlato alla fine della partita e mi sono espresso in modo evidentemente troppo sbrigativo, che è stato male interpretato su un argomento per il quale non basterebbero ore e per il quale si lotta da anni– le parole di Bonucci su Instagram-. Condanno ogni forma di razzismo e discriminazione. Certi atteggiamenti sono sempre ingiustificabili e su questo non ci possono essere fraintendimenti“.

A criticare il difensore ci avevano pensato anche l’inglese Raheem Sterling e Mario Balotelli rimasti entrambi sbigottiti dalle parole dello stesso Bonucci che, a ventiquattro ore dalle dichiarazioni ai microfoni della stampa, ha deciso di rettificare quanto detto spiegando meglio il suo pensiero sull’accaduto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy