Buffon e il suo amore per la Juventus: “Quella maglia mi apparteneva per questo rimasi anche in Serie B, fu una questione di lealtà”

Buffon e il suo amore per la Juventus: “Quella maglia mi apparteneva per questo rimasi anche in Serie B, fu una questione di lealtà”

Le dichiarazioni dell’ex numero uno della Juventus: “Ho avuto modo di dimostrare ai tifosi che io ci sono sempre stato, anche nei momenti più difficili”

Gigi Buffon torna a parlare della Juventus.

Dopo l’addio alla Vecchia Signora, il classe ’78 – a 40 anni suonati -, ha deciso di mettersi ancora in gioco con il PSG. Ma il suo amore per i colori bianconero, che ha indossato con orgoglio e dedizione per ben 18 anni, è rimasto fortissimo, e in una lunga intervista rilasciata ai microfoni de L’Equipe, ha raccontato aneddoti e vicende legate alla sua lunga avventura a Torino, soffermandosi principalmente all’anno della retrocessione in Serie B, causata dallo scandalo Calciopoli“Nel calcio la lealtà ti consente di inviare un messaggio all’esterno, puoi dire ai tifosi che anche nei momenti difficili tu ci sei. Giochiamo per gloria, soldi, titoli, per molte cose, ma giochiamo anche per questo sentimento di appartenenza che abbiamo. Quello della retrocessione è stato un momento delicato che ho condiviso con i miei compagni, alcuni dei quali continuo ancora a sentire, in particolare con Chiellini, Bonucci e Barzagli, con cui abbiamo condiviso tanti anni sia con la Juve, sia con la Nazionale. Sono amici veri e importanti, oltre che grandi giocatori”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy