Ancelotti svela i segreti di CR7: “Tornavamo dalle trasferte e di notte andava a fare crioterapia a Valdebebas”

Ancelotti svela i segreti di CR7: “Tornavamo dalle trasferte e di notte andava a fare crioterapia a Valdebebas”

Le parole del tecnico del Napoli sull’asso portoghese e la sua instancabile voglia di migliorarsi giorno dopo giorno

Mi ha colpito e sorpreso Kean. Il suo inizio d’anno è stato strepitoso e oculata è la gestione del giocatore, dentro e fuori dal campo. Ha la fortuna di allenarsi con un fenomeno del calibro di Cristiano Ronaldo.

Queste le parole del tecnico del Napoli Carlo Ancelotti che, intervistato da Tuttosport, si è detto sorpreso dell’apporto del giovane Moise Kean alla causa Juventus. Ormai in fuga e prossima all’ottavo scudetto di fila, la compagine bianconera è sempre sotto la lente di ingrandimento degli avversari per provare a rubare qualche dettaglio di gioco per poter fermare i talenti dei piemontesi. Su tutti, l’obiettivo numero uno è Cristiano Ronaldo che, dalla sua, ha dedizione e senso del dovere che non hanno eguali. Il tecnico degli azzurri, nel corso della lunga intervista al quotidiano citato, ha svelato alcuni segreti dell’asso portoghese: “Ronaldo è uno che giocherà sino a 40 anni perché non ha soltanto un gran fisico: ha l’intelligenza, la forza, la determinazione per migliorarsi ogni giorno. Mi ricordo quando tornavamo a Madrid da una trasferta di Champions alle due di notte: Cristiano mica andava a casa. Raggiungeva il centro sportivo di Valdebebas e faceva la crioterapia: sai la cabina del freddo nella quale entri con la temperatura sottozero perché ti aiuta nel recupero delle energie spese in partita? Ecco, quella“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy