Milan-Inter, Amadeus: “Caso Icardi? Ho un messaggio per Wanda Nara. Il derby…”

Milan-Inter, Amadeus: “Caso Icardi? Ho un messaggio per Wanda Nara. Il derby…”

Le dichiarazioni del noto conduttore, Amadeus, alla vigilia di Inter-Eintracht Francoforte: “Mi aspetto una bella partita, il pari non ci serve”

Il caso Icardi continua a tenere banco in casa Inter.

Beppe Marotta, infatti, ha più volte incontrato l’attaccante argentino e Wanda Nara, moglie-agente del classe ’93, con l’obiettivo di provare a mettere da parte tutti i problemi che nell’ultimo periodo hanno deteriorato l’equilibrio tra il giocatore e il club, ma il rapporto tra il centravanti argentino e il club nerazzurro sembra essere ancora compromesso.

Gli incontri, però, non sono stati risolutori, dunque, serviranno altri passi avanti nei prossimi giorni. Ma prima che il numero 9 nerazzurro, che non scende in campo da circa un mese, ufficialmente per un problema al ginocchio destro, possa tornare a dare una mano alla squadra è necessario che lo stesso riesca a sciogliere qualche importante nodo: tra cui il rapporto con i compagni e l’intesa con il tecnico Luciano Spalletti, che in un momento così delicato della stagione vorrebbe ritrovare i gol del suo ex capitano.

La sensazione è che la prossima settimana, approfittando della sosta per gli impegni delle Nazionali, potrebbe esserci un incontro risolutore tra l’entourage dell’ex capitano della Beneamata e la stessa società nerazzurra.

Sulla situazione, si è espresso il noto conduttore e sfegatato tifoso dell’Inter, Amadeus, che intervenuto ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, si è soffermato anche sul match contro l’Eintracht Francoforte: “Mi aspetto una bella partita, non da 0-0. Il pari non ci serve, dobbiamo vincere per riprenderci il terzo posto. Il sorpasso del Milan non mi è andato giù”.

CASO ICARDI – “Dev’essere successo qualcosa di molto grave, che non sappiamo, per togliergli la fascia. Dico che l’Inter conta prima di qualsiasi cosa, la società resta, i giocatori passano e alla fine vince il rispetto. E poi non tutti i mali vengono per nuocere. Wanda Nara? Le consiglio di nascondere il cellulare per una settimana: troppi social, troppo rumore, troppa confusione. Io rimango della vecchia idea che è meglio comunicare guardando negli occhi il diretto interessato”.

LAUTARO MARTINEZ – “È un giocatore che mi piace molto, ma con Icardi avrebbe giocato poco. Con una punta a fianco tipo Dzeko o Zapata, Martinez segnerebbe un sacco di gol. Maurito ha creato uno scossone all’interno della squadra, non credo che giocherà il derby se non si allena con i compagni: a questo punto confido anche nei guizzi di Keita e Politano, in gran spolvero”.

MILAN-INTER – Mi aspetto il Milan più carico psicologicamente e atleticamente, con la linfa nuova di due campioni come Piatek e Paquetà, ma in quanto a tasso tecnico i nerazzurri non sono inferiori ai rossoneri. Chi toglierei ai rossoneri? Suso: contro di noi fa sempre delle gran partite. Piatek? No, ci pensa Skriniar a marcarlo stretto, è una roccia. Chiedo ai nerazzurri di essere coraggiosi, se si chiude agevola il gioco dei rossoneri. Vorrei una bella prestazione di Perisic”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy