Mancini: “Dybala, che rimpianto! L’Inter lo aveva in mano…”

Mancini: “Dybala, che rimpianto! L’Inter lo aveva in mano…”

L’intervista all’ex tecnico dell’Inter, Roberto Mancini: “Paulo ha una classe immensa. Potevano offrire di più, invece è finito alla Juventus”.

Commenta per primo!

“Pioli è un ragazzo intelligente e molto preparato. Mi è dispiaciuto andare via, sono sicuro che avremmo fatto un grande campionato. I ragazzi stavano migliorando, la mia Inter si stava preparando a rivincere, ma per lavorare bene serve la fiducia di tutti”.

Parola di Roberto Mancini. L’ex tecnico dell’Inter, intervistato ai microfoni de ‘La Stampa’, è tornato a parlare del suo addio ai nerazurri. Ma non solo. Il mister originario di Jesi ha speso parole al miele per l’ex attaccante del Palermo, Paulo Dybala. “Quando ho deciso di lasciare? Non c’è stato un momento preciso. Diciamo che ho sperato fino in fondo che le cose si potessero aggiustare ma dentro di me sentivo che si era rotto qualcosa. La squadra non era stata costruita male, i giocatori hanno sempre dato l’anima, era impensabile che potessimo essere già pronti il 20 agosto – le sue parole -. Se basta Gagliardini? L’Inter è una squadra che va migliorata ancora ma lo sanno benissimo. Questo non toglie nulla a Gagliardini che è un ottimo giocatore, giovane e di qualità. Quindi il campionato lo rivincerà la Juventus, ma l’anno prossimo, grazie alla forza di Suning, l’Inter potrà davvero giocarsela alla pari”.

Dybala – “Paulo ha una classe immensa, è il grosso rimpianto dell’Inter. Lo avevano in mano, potevano offrire di più, invece è finito alla Juventus. Higuain o Icardi? Li faccio giocare insieme. Io alla Juve? Quante volte me lo chiedono? ante soprattutto i miei amici juventini. E la risposta è sempre la stessa: sì perché sono un professionista”, ha concluso Mancini.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy