Inter, Spalletti: “Troppo timidi, bisogna prendersi le proprie responsabilità. Rafinha…”

Inter, Spalletti: “Troppo timidi, bisogna prendersi le proprie responsabilità. Rafinha…”

L’allenatore dell’Inter Luciano Spalletti ha parlato nel post partita di Atalanta-Inter, terminata 0 a 0

di Mediagol52

Un pareggio che non sta bene a nessuno, quello di ieri sera tra Atalanta e Inter.

In attesa del derby di oggi tra Roma e Lazio, l’Inter si ferma a Bergamo e fallisce l’aggancio al terzo posto: la squadra allenata da Luciano Spalletti si ferma a quota 60 punti in classifica.  L’allenatore dei Neroazzurri ha parlato ai microfoni di Sky Sport nel post partita, analizzando le ultime prestazioni disputate dai suoi ragazzi, che non trovano la vittoria in campionato da tre giornate consecutive.

Sono stati tre partite disputate in maniera corretta. Al di là del primo tempo di oggi, la squadra ha tentato di fare la partita, sfruttando male alcune situazioni. Non è riuscita a far prevalere la sua qualità, ma è viva e anche oggi è cresciuta. Ci serve giocare su qualche velo dove deve venir fuori creatività e palleggio di pulizia. Dobbiamo attaccare lo spazio come con Perisic e Rafinha“.

Poi, sulla brutta prestazione della squadra nel primo tempo: “All’inizio nessuno faceva un movimento per prendere palla sui piedi. L’Atalanta gioca sul divano se si fa così, sono maestri. Si è cominciata sempre l’azione in maniera troppo timida senza scegliere i tempi di giocata sui piedi. Gli si faceva leggere che potevano montarci addosso e serviva reggere botta dal punto di vista fisico. Primi 45 minuti abbiamo sbagliato quasi tutti i recuperi. Il fattore caratteriale qui diventa importante, nel prendersi responsabilità in un campo così importante e rumoroso“.

Infine spiega la reazione di Rafinha alla sostituzione: “Gli dispiaceva per l’errore e per un palla sbagliata a Cancelo, un po’ troppo lunga“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy