Inter, la stoccata dell’agente Canovi: “Wanda Nara? Parla da moglie, non fa parte della mia categoria”

Inter, la stoccata dell’agente Canovi: “Wanda Nara? Parla da moglie, non fa parte della mia categoria”

Le parole del noto agente FIFA Alessandro Canovi in merito al caso Icardi e alle dichiarazioni rilasciate negli ultimi mesi da Wanda Nara

Domani tornerà ad allenarsi con i compagni di squadra.

Stiamo parlando di Mauro Icardi. Questa mattina la svolta: l’attaccante argentino, fermo ai box dallo scorso 13 febbraio, giorno in cui gli è stata tolta ufficialmente la fascia da capitano, sarà nuovamente a disposizione di Luciano Spalletti in vista dei prossimi impegni ufficiali. Merito del lavoro svolto fin qui dall’amministratore delegato dell’Inter Beppe Marotta e dell’avvocato Paolo Nicoletti, incaricato da Wanda Nara.

Un caso che ha fatto discutere, quello relativo al classe ’93 e alle dichiarazioni rilasciate negli ultimi mesi dalla moglie e agente di Maurito. Intervenuto ai microfoni di RMC Sport, il noto agente FIFA Alessandro Canovi non ha certamente speso parole al miele nei confronti dell’argentina.

“Con la nuova legge che c’è in Italia lei non si può più definire agente, a meno che non faccia l’esame che ancora non ha fatto, quindi la chiamerei consigliere e non agente – ha dichiarato Canovi -. Tengo a precisare: c’è una legge seria sul nostro lavoro e lei non fa parte della mia categoria. Ha titolo di parlare come moglie del giocatore e non come agente. Certe esternazioni hanno creato subbuglio, ma bisogna essere sinceri, vuol dire che anche il ragazzo era d’accordo. Non credo sia solo una responsabilità della consigliera di Icardi, ma anche sua. Bisogna responsabilizzare il calciatore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy