Inter, ecco la nuova campagna contro il razzismo: “BUU” come Brothers Universally United

Inter, ecco la nuova campagna contro il razzismo: “BUU” come Brothers Universally United

“BUU” come Brothers Universally United, questo è lo slogan dell’Inter utilizzato nella nuova campagna contro il razzismo

BUU” come Brothers Universally United.

L’Inter entra in tackle contro il razzismo. Il club nerazzurro, dopo essere stato coinvolto in primo piano nelle questioni legate a tale fenomeno, a seguito dei cori discriminatori rivolti a San Siro da alcuni tifosi al difensore azzurro Kalidou Koulibaly in occasione del match contro il Napoli, ha scelto di dare un forte segnale di condanna nei confronti di questi accadimenti.

La nuova campagna promozionale a favore dell’unità e della tolleranza, infatti, è stata promossa proprio oggi attraverso un trailer pubblicato sull’account Instagram ufficiale della società. Essa propone di trasformare i “Buu” offensivi e discriminatori in un acronimo volto ad annientare qualsiasi forma di intolleranza: “Brothers Universally United“, ovvero fratelli uniti da ogni luogo. Un messaggio che va oltre le differenze del colore di pelle, di nazionalità o di qualsiasi altro tratto per cui finora in molti sono stati ritenuti diversi.

Nel trailer della campagna compaiono il presidente del club nerazzurro Steven Zhang, il vicepresidente Javier Zanetti, il capitano Mauro Icardi e gli ex giocatori Samuel Eto’o Luis Figo. Anche il nome dell’account Instagram dell’Inter è stato cambiato in “BUU”. “Scrivilo, non dirlo” è l’invito della società e, in molti, tra i commenti, hanno preso parte all’iniziativa sostenendo l’acronimo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy