Empoli-Inter, Spalletti: “Basta odio, noi siamo fratelli del mondo”. E sugli avversari…

Empoli-Inter, Spalletti: “Basta odio, noi siamo fratelli del mondo”. E sugli avversari…

Le dichiarazioni del tecnico nerazzurro Luciano Spalletti alla vigilia della sfida contro l’Empoli

Luciano Spalletti presenta la sfida contro l’Empoli, in programma domani alle 15.00.

Il tecnico dell’Inter, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della diciannovesima giornata del campionato di Serie A, è tornato a parlare dei fatti accaduti sabato nel match casalingo contro il Napoli:
Basta all’odio nel calcio in generale, è questa la cosa importante. Da tanto si dice di partire, ma partiamo. Non entro nel merito della sentenza, perché poi si vanno a colpire anche quei tifosi che vogliono andare allo stadio invece che restare a casa. È chiaro che poi l’educazione della squadra si sia vista in precedenza, ma anche dentro la partita stessa. E lo stile dell’Inter è scritto nell’atto costitutivo, Internazionale perché siamo fratelli del mondo e con chiunque voglia avere contatti con noi senza alcuna distinzione. Poi c’è una distinzione, riguardante il risultato della partita: se lo si vuole accostare a quanto accaduto, non è più giusto. Dare la fascia ad Asamoah? Se c’è bisogno di un comportamento per ribadire da che parte stiamo, lo facciamo volentieri. Ma nel lungo termine vogliamo dimostrarlo, non con un gesto ora perché siamo sotto i riflettori. I calciatori hanno dimostrato nella partita stessa il nostro comportamento, queste cose non si cambiano con un gesto ma con il continuo impegno quotidiano affinché da questo venga fuori la normalità. Se non si ha un impegno quotidiano, poi resta difficile delineare un cambiamento. Bisogna fare qualche cosa di differente, sono tanti gli episodi accaduti. Non solo per quanto riguarda Koulibaly, ci dispiace per lui e siamo con lui, così come siamo al fianco di tutti coloro che vengono presi di mira durante le partite. Poi bisogna comportarsi meglio sicuramente, avere dei comportamenti giusti per essere persone di sport“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy