Calciomercato Inter, scambio Icardi-Dybala? Ecco come nasce l’idea, Marotta…

Calciomercato Inter, scambio Icardi-Dybala? Ecco come nasce l’idea, Marotta…

Prende sempre più quota il possibile scambio Icardi-Dybala: da una provocazione spesso sono nate, e si sono sviluppate, trattative di mercato

Il caso Icardi continua a tenere banco in casa Inter.

Il rapporto tra il centravanti argentino e il club nerazzurro sembra essere ancora compromesso, e le due parti devono ancora incontrarsi per tentare di prendere una soluzione definitiva: secondo le ultime indiscrezioni il presidente Zhang e l’ad Beppe Marotta avrebbero deciso di fissare il summit dopo il 17 marzo e quindi dopo la doppia sfida contro l’Eintracht Francoforte e il derby contro il Milan, che potrebbe essere decisiva per la conquista del terzo posto.

Nel frattempo, si è ipotizzato anche un possibile scambio Icardi-Dybala. Idea – spiega il Corriere dello Sport -, nata da una sorta di provocazione scatenata dal direttore sportivo della Juventus, Fabio Paratici e alimentata poi da Marotta.

Da una provocazione spesso sono nate, e si sono sviluppate, trattative di mercato. La provocazione spesso appartiene a una logica. E se proprio dobbiamo dirla tutta la logica è incorporata in simile incastro: Icardi alla Juve, Dybala all’Inter. In questo modo Paratici completerebbe un inseguimento (lo ha detto lui) appena abbozzato la scorsa estate. Mentre Marotta e Ausilio avrebbero il sostituto ideale, con rispetto per gli altri candidati. A patto che Dybala faccia il centravanti, non il trequartista e neanche il mediano aggiunto. Quando Marotta lo portò alla Juve strappandolo al Palermo e stoppando il disperato tentativo firmato Berlusconi-Galliani, nella sua testa c’era il “nove classico” in grado di garantire 20 gol a stagione. E con i numeri ci saremmo, controllateli, se poi non fossero subentrate le paturnie tattiche, i depistaggi lontani dalla porta, le panchine con qualche risalita (…). Sia chiara una cosa: anche se gioca poco, oppure fuori ruolo, oppure con entusiasmo non al top, Paulo viene considerato il centravanti perfetto. In Italia, all’estero, ovunque, dalle big, dalle tre o quattro di primissima fascia (Real in testa). Magari dalle stesse che sperano, tifano, immaginano o vorrebbero una rottura definitiva con la Juve – scrive il quotidiano –“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy