Verona-Palermo: le probabili formazioni. Ballardini si gioca tutto con Morganella. Sorrentino verso l’esclusione

Verona-Palermo: le probabili formazioni. Ballardini si gioca tutto con Morganella. Sorrentino verso l’esclusione

Le mosse di Ballardini nella sfida che deciderà il suo futuro sulla panchina. Torna il bomber biellese, mentre Delneri cerca di recuperare Toni.

5 commenti

Davide Ballardini si gioca il futuro sulla panchina del Palermo affrontando in trasferta il Verona di Gigi Delneri. Il tecnico di Ravenna non sembra intenzionato a cambiare modulo e sistema difensivo e contro i veneti proporrà il 4-3-1-2. Le novità principali rispetto alla partita contro la Fiorentina potrebbero essere Morganella e una punta tra Gilardino e Djordjevic, mentre mancheranno Brugman e Vitiello.

Tra i pali si sta profilano una clamorosa esclusione: l’indiscutibile Stefano Sorrentino potrebbe rimanere fuori per lasciare spazio a Colombi. Il secondo portiere dei rosanero guiderà una difesa composta da Gonzalez e Goldaniga (che cercherà di non farsi distrarre dalle voci di mercato sul suo conto) al centro e Morganella e Lazaar sulle fasce. La presenza dal primo minuto dell’elvetico determinerà l’esclusione di Struna. In attesa dell’inserimento del giovane Cristante, a centrocampo Jajalo sarà ancora una volta il vertice basso di un rombo che vedrà ai lati Hiljemark e Chochev e Vazquez sulla trequarti a ispirare Trajkovski e Gilardino. Il biellese tornerebbe titolare dopo che con la Fiorentina ha trovato il gol partendo dalla panchina, ma non è da escludere la candidatura di Djordjevic. Possibile anche la difesa a tre con Struna in campo per uno dei centrocampisti.

Se il Palermo non sorride il Verona è ormai a un passo dal punto di non ritorno. La classifica è tragica, ma l’arrivo del tecnico friulano ha dato un pizzico di brio in più. Contro la sua ex squadra Delneri schiererà il 4-4-2, autentica specialità della casa. Dovrà però fare a meno di Albertazzi, Pisano, Romulo, e Siligardi infortunati e dello squalificato Greco. C’è grande apprensione anche per Toni: il centravanti ha lavorato solo in palestra, ma si farà di tutto per recuperarlo.

In porta il giovane Gollini sarà protetto da una retroguardia composta da Sala, Moras, Bianchetti e Souprayen. A centrocampo Viviani e Hallfredsson daranno qualità e quantità, mentre sugli esterni Wszolek e il nuovo acquisto Emanuelson proveranno ad arrivare sul fondo e crossare palloni preziosi per la coppia di centravanti Pazzini-Toni.

VERONA (4-4-2): Gollini; Sala, Bianchetti, Moras, Souprayen; Wszolek, Viviani, Hallfredsson, Emanuelson; Pazzini Toni.

PALERMO (4-3-1-2): Colombi; Morganella, Gonzalez, Goldaniga, Lazaar; Hiljemark, Jajalo, Chochev; Vazquez; Gilardino, Trajkovski.

 

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. vicio64 - 2 anni fa

    vediamo se indovino,se si perde il signor Ballardini smamma,se pareggia smamma,se si vince….smamma lo stesso,e arriva mister IACHINI,vedremo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. MarioRosaNero - 2 anni fa

    Perchè Trajkovski e non Đurđević!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Obk32p - 2 anni fa

    Cristante Subito!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Alberto - 2 anni fa

    per me bisogna levare ckockev fa troppo cunfusione mettiamo subiti cristante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Salvo Giglio - 2 anni fa

    ………le mosse di zamparini volete dire…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy