Genoa-Sassuolo, Prandelli: “Sanabria deve crescere, serve tempo. Il mio rapporto con Preziosi…”

Genoa-Sassuolo, Prandelli: “Sanabria deve crescere, serve tempo. Il mio rapporto con Preziosi…”

Le parole del tecnico dei rossoblù al termine della sfida contro i neroverdi

Soltanto un pareggio tra Genoa e Sassuolo.

In occasione della sfida valida per la ventiduesima giornata di Serie A, i due club si sono affrontati tra le mura dello stadio Luigi Ferraris, alla ricerca di punti utili a scalare la classifica: gli ospiti erano riusciti a passare in vantaggio grazie alla rete di Filip Đuričić, ma i padroni di casa hanno poi agguantato il pareggio con la seconda rete consecutiva di Antonio Sanabria.

Al termine della gara il tecnico dei rossoblù, Cesare Prandelli, ha parlato ai microfoni di Sky Sport, rilasciando le seguenti dichiarazioni: “Questo pareggio ci lascia tante cose, abbiamo affrontato una squadra che sa palleggiare e stare in campo. Abbiamo bisogno di un po’ di tempo, siamo stati troppo rinunciatari nella prima frazione, poi abbiamo messo Kouamé in mezzo per dare a Sanabria la possibilità di lavorare meglio, nella ripresa abbiamo giocato con un piglio diverso. È chiaro che l’idea iniziale era rimanere con gli esterni alti per pressare di più, ma ci abbassavamo troppo. Loro avevano la padronanza del gioco, nel secondo tempo la sfida è stata più equilibrata. Sanabria? Nel calcio tutti non hanno il tempo, tutti vorrebbero qualsiasi cosa subito. Ma come ogni lavoro bisogna programmare e lavorare, nelle prossime partite faremo sicuramente meglio. Dobbiamo dargli tempo di crescere, con attitudine e lavoro. Tutti hanno la possibilità di migliorarsi: a livello individuale siamo una buona squadra, dobbiamo essere più uniti. Quando cambi tante volte non è scontato trovare gli equilibri giusti. Noi prepariamo queste cose anche durante la settimana, è merito dei ragazzi. L’interpretazione del ruolo è individuale, alcuni hanno bisogno di tempi diversi”.

In seguito un commento sui primi mesi trascorsi sulla panchina del club ligure e sulla sessione di calciomercato invernale da poco terminata: “In Italia mi trovo bene, perché comunque è un lavoro che ho fatto per tanti anni. Dal primo minuto ho cercato di essere un allenatore di campo. Quindi ho avuto delle risposte importanti dai ragazzi. Il mercato? Diciamo che il presidente è un vulcano di idee e spesso trova quella giusta. Va seguito, anche perché le punte che ha scelto hanno sempre fatto bene. Un mercato così è complicato per chi lavora ogni giorno, ma abbiamo bisogno di giocatori in grado di osare. Il rapporto con Preziosi è trasparente e diretto“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy