Genoa-Napoli, Criscito ammette: “È un’emozione, agli azzurri sono stato vicinissimo”. E su Insigne…

Genoa-Napoli, Criscito ammette: “È un’emozione, agli azzurri sono stato vicinissimo”. E su Insigne…

Le parole del capitano del Genoa Domenico Criscito a pochi giorni dalla sfida contro il Napoli

Domenico Criscito si prepara ad accogliere al ‘Ferraris’ la squadra della sua città.

Il capitano del Genoa, a pochi giorni dalla sfida contro il Napoli, valida per la tredicesima giornata del campionato di Serie A, ha parlato, ai microfoni di Sky Sport, di ciò che per lui significa affrontare i partenopei:
Da napoletano è sempre un’emozione particolare affrontare il Napoli. Ho tanti amici e parenti a Napoli, sarà una gara speciale. Gli azzurri hanno una grande squadra, ma noi proveremo a fermarli perché vogliamo fare punti davanti al nostro pubblico. Bisogna stare attenti ai movimenti degli attaccanti, ma anche ai centrocampisti che si inseriscono come Zielinski e Callejon. Servirà dare il 100%“.

Il difensore partenopeo, inoltre, in un’intervista concessa al quotidiano ‘Il Mattino‘, ha rivelato di essere stato vicino nella sua carriera ad una cessione al club azzurro:
“Io vicino al Napoli lo sono stato tantissimo. Saltò tutto davvero per poco. Poi mi chiamò direttamente Spalletti e mi convinse in poco tempo ad andare a San Pietroburgo. Il Napoli non impressiona più, gioca a calcio come in pochi riescono a fare, è una la squadra che continua a crescere nonostante si pensasse avesse già raggiunto il massimo con Sarri. Insigne? Ha sempre avuto nella testa il gol, quando ci siamo incontrati a Coverciano mi ha detto che questo nuovo ruolo gli piaceva molto, lo esaltava. Io mi sono meravigliato per come si è adattato così rapidamente nella nuova posizione, ma Lorenzo no. Sapeva che avrebbe fatto bene”.

A provare a far male alla squadra di Carlo Ancelotti, tra gli undici rossoblù in campo, sarà l’attaccante Krzysztof Piatek, attualmente capocannoniere della massima serie italiana con nove reti messe a segno:
Mi ha impressionato la sua capacità di vedere la porta e al tempo stesso il grande lavoro che fa per i compagni. Diciamo la verità: in pochi sono arrivati da noi avendo un impatto così dirompente”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy