Abete: “Persa competitività internazionale, ranking non è frutto di errori arbitrali”

Abete: “Persa competitività internazionale, ranking non è frutto di errori arbitrali”

Le parole del vicepresidente Uefa, Giancarlo Abete

Commenta per primo!

 

Intervenuto in occasione del “Candido Day” organizzato dalla Gazzetta dello Sport, il vicepresidente Uefa Giancarlo Abete è tornato a parlare delle polemiche arbitrali che hanno seguito il match di Champions tra Bayern Monaco e Juventus, con i bianconeri che hanno recriminato per una cattiva direzione arbitrale: Marotta chiede più attenzione e considerazione in un momento in cui andare avanti nelle competizioni è fondamentale per il bilancio dei club. E’ giusto criticare quando gli arbitraggi non sono idonei, ma non è questa la motivazione per cui i nostri club sono quarti nel ranking Uefa“.

Dobbiamo dare per scontata la correttezza e la professionalità degli arbitri. Ma c’è stata una perdita di competitività che va al di là degli arbitraggi. Europei? La differenza la può fare anche un errore in una singola partita, ma i risultati negli ultimi dieci anni non sono condizionati dall’arbitraggio“.

LEGGI ANCHE : La polemica di Marotta dopo Bayern Monaco-Juventus

Infine Abete ha voluto rispondere anche alle dichiarazioni di Rummenigge sulla possibilità di una Super Lega tra club europei: “E’ un progetto comprensibile soprattutto in questo momento storico. C’è un’aspettativa di alcuni club di valorizzare il bacino d’utenza e il fatturato, ma non è un progetto facile”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy