UEFA, Platini: “Addio, ma ho la coscienza pulita. Orgoglioso del lavoro svolto in questi anni”

Le dichiarazioni del dirigente sportivo, Michel Platini.

Commenta per primo!

E’ molto emozionante essere qui, questo sarà il mio ultimo discorso ad un Congresso Uefa“.

Queste le parole di addio dell’ex presidente dell’UEFA, Michel Platini, che si è dimesso a maggio scorso dopo esser stato squalificato per quattro anni dal Comitato Etico della Fifa. L’ex giocatore della Juventus, è stato accusato di aver percepito nel 2011 circa 2 milioni di franchi svizzeri dall’allora presidente della FIFA, Blatter, e in seguito a ciò è stato squalificato per 8 anni (squalifica poi ridotta a quattro anni dal TAS), ma ad Atene – dove oggi verrà eletto il suo successore – gli è stata concessa la possibilità di prendere la parola. “Grazie per questi nove anni. Abbiamo fatto un ottimo lavoro. Posso semplicemente dire che la mia coscienza è pulita. Sono convinto di non aver commesso nemmeno un minimo errore e continuerò a combattere contro la mia squalifica“.

Il Congresso Uefa è chiamato ad eleggere il successore di Platini. Due i nomi in lizza: il presidente della federcalcio slovena Aleksander Ceferin, 48 anni, e il numero uno della federcalcio olandese Michael van Praag, 68 anni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy