Manchester City, ag. Yaya Touré: “Se Guardiola vuole la guerra, l’avrà. Non vuole giocatori di personalità”

Lo sfogo dell’agente del centrocampista del Manchester City, Yaya Touré.

Commenta per primo!

Questione di feeling. Tra il tecnico del Manchester City, Pep Guardiola, e il giocatore ivoriano, Yaya Touré, non corre buon sangue.

Una storia che va avanti sin dai del Barcellona e che si ripete a distanza di anni. Il centrocampista è stato fatto fuori dall’allenatore e adesso è guerra aperta con l’entourage dell’ex pallone d’oro africano. In un’intervista rilasciata al ‘Mirror’, il procuratore Dimitri Seluk, ha lanciato pesanti accuse al tecnico spagnolo: “Se Guardiola vuole la guerra, l’avrà. Cosa si aspetta che dica se tratta Yaya in questo modo? Un giocatore che ha fatto la storia del City, che ha vinto due volte la Premier League, la FA Cup, la League Cup. Che ha aiutato il City ad arrivare in semifinale di Champions League per la prima volta. Guardiola non vuole i giocatori di personalità – ha dichiarato l’agente di Yaya Touré -. Vuole solo quelli che hanno paura di lui e che fanno tutto quello che dice. Non è un caso che abbia fatto la guerra a Touré e pure a Joe Hart, che hanno una grande influenza sullo spogliatoio. Al Barcellona aveva fatto la stessa cosa, costringendo giocatori come Eto’o e Ibrahimovic ad andare via

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy