Guidolin: “Il Galles merita tutto questo. Conte-Mazzarri, ecco mio consiglio. Zaza? Deve giocare di più e in Premier può farlo”

Guidolin: “Il Galles merita tutto questo. Conte-Mazzarri, ecco mio consiglio. Zaza? Deve giocare di più e in Premier può farlo”

Il tecnico dello Swansea si complimenta con la Nazionale Gallese e ne approfitta per mandare un messaggio subliminale a Simone Zaza: “Alla Juve non gioca tanto, per me è pronto per la Premier League”

1 Commento

Fresco di rinnovo di contratto con lo Swansea fino a giugno del 2018, Francesco Guidolin si sta godendo le meritate vacanze.

Un po’ di relax con la famiglia, ma anche tanto studio sui profili che si stanno maggiormente mettendo in mostra all’Europeo. “Fare nomi non mi sembra il caso – dice l’ex allenatore di Udinese e Palermo a SkySport -. Posso confermare che io e i miei collaboratori stiamo seguendo alcuni giocatori, d’altronde l’Europeo è una vetrina importante. Io per questa volta monitorerò tutto dalla tv, ma ci sono emissari del club e miei fidati collaboratori in Francia”. Anche Zaza nel mirino? “E’ un giocatore che mi piace molto, e mi fermo qui perché non è giusto aggiungere altro – dice sorridendo Guidolin -. Sta mordendo il freno perché alla Juve non gioca molto. Dovrebbe scendere in campo con più regolarità. E’ un calciatore che piace molto, non solo a me. Se volete il mio parere, vi dico che è pronto per il calcio inglese perché riesce a combinare fisico e tecnica”.

Non può mancare di certo la parentesi sul Galles. “La Nazionale Gallese ha fatto una bellissima sorpresa ai propri tifosi. Ci sono giocatori forti lì: da Ashley Williams a Joe Allen, passando chiaramente da Bale e Ramsey. Sapevo che ce l’avrebbero fatta a passare il turno, però sono rimasto sbalordito dal primo posto ai danni dell’Inghilterra – ha proseguito -. Sono contento per i tifosi e per il popolo gallese in generale. La tifoseria è competente, civile, educata e molto calorosa: l’ambiente gallese è particolare e cordiale”.

Chiosa finale sulla prossima Premier League e sui tecnici italiani che saranno ai nastri di partenza. “Conte e Mazzarri in Premier League insieme a me e Claudio Ranieri? E’ importante che il campionato più visto al mondo accolga quattro allenatori italiani su venti – ha premesso Guidolin -. Secondo me è motivo di orgoglio per il calcio italiano perché non è facile allenare in Premier. Conte e Mazzarri porteranno il loro sapere, le loro abitudini, il loro modo d’allenare. I risultati sono sempre stati favorevoli sia per l’uno che per l’altro, credo che potranno fare solamente bene. Il campionato inglese è diverso dall’Italia: bisogna fare le cose con un minimo di equilibrio, però è necessario legare le culture e fare una buona sintesi tra quello che di buono c’è nel calcio italiano e quello che richiede la Premier“.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Carmelo Ventura - 11 mesi fa

    Ciao Francesco ti aspetto a Palermo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy