Chapecoense, l’agente che salvò Neto: “E’ un guerriero, ha lottato più di dieci ore per la vita”

Chapecoense, l’agente che salvò Neto: “E’ un guerriero, ha lottato più di dieci ore per la vita”

Il difensore della Chapecoense ha incontrato l’agente che lo ha tirato fuori dai resti dell’aereo precipitato lo scorso 28 novembre.

Commenta per primo!

Lo scorso 28 novembre si è consumata la tragedia che ha visto coinvolta  la squadra brasiliana della Chapecoense.

Uno dei tre calciatori sopravvissuti del club verdeoro, il difensore Neto, dopo 17 giorni da quel giorno maledetto ha incontrato il poliziotto colombiano che gli ha salvato la vita. Marlon Lengua, questo il nome dell’agente, ha speso parole di elogio nei riguardi del sopravvissuto. “Neto è un guerriero, un guerriero di Dio. Ha combattuto per la sua vita per più di 10 ore”. Sul proprio profilo Facebook l’agente colombiano ha ringraziato tutti sebbene per lui la parola eroe risulti essere un’iperbole.“Non mi sento un eroe, ho solo fatto il mio dovere. Sono felicissimo per tutti i sopravvissuti, e congratulazioni speciali a Neto, un guerriero di Dio”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy