Caso Foggia, il comunicato del club: “Non è questo lo sport che vogliamo. Aggrediti da pseudotifosi”

Caso Foggia, il comunicato del club: “Non è questo lo sport che vogliamo. Aggrediti da pseudotifosi”

Il comunicato del club pugliese dopo l’aggressione.

Commenta per primo!

Tiene banco l’aggressione subita dal Foggia Calcio al rientro dalla trasferta di Andria conclusasi con una sconfitta per 3-0. Dopo la presa di posizione della Lega Pro e la decisione di posticipare di 5 minuti l’inizio delle partite di oggi come segno di solidarietà verso i giocatori e lo staff tecnico del Foggia, è arrivato anche il comunicato del club pugliese: “La società pugliese ha “Foggia Calcio, nelle persone del Presidente Lucio Fares, dei soci Franco e Fedele Sannella, Massimo Curci, Carla Di Corcia e Luca Leccese, condannano fermamente la brutale aggressione perpetrata ai danni della squadra ieri sera nel piazzale antistante lo stadio Pino Zaccheria da pseudo tifosi che nulla hanno a che vedere con il calcio. Se per certi aspetti ci si poteva aspettare una manifestazione di delusione della tifoseria per il risultato negativo mai e poi mai ci si sarebbe aspettati tanta violenza. Non è questo lo sport e il calcio che intendevano fare Franco e Fedele Sannella e tutti i soci. Se tutti gli sforzi e i sacrifici fatti devono portare a situazioni di questo tipo tutta la compagine societaria è fermamente intenzionata a rivedere il proprio impegno in seno al Foggia Calcio e a prendere seriamente in considerazione l’ipotesi di fare un passo indietro“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy