Aston Villa, Gollini: “Uova sull’Hellas? In Italia normale, i tifosi hanno poca pazienza”

Aston Villa, Gollini: “Uova sull’Hellas? In Italia normale, i tifosi hanno poca pazienza”

Le parole dell’ex portiere dell’Hellas Verona.

1 Commento

Nuova avventura per Pierluigi Gollini che, nelle scorse settimane ha salutato il campionato italiano per tornare a giocare in Premier League con la maglia dell’Aston Villa.

Il classe ’95 è pronto a difendere i pali dei “Villans”, obiettivo continuare il percorso di crescita intrapreso già con la maglia dell’Hellas Verona. Intervistato dal “The Sun” Gollini però non ha dimenticato gli ultimi mesi vissuti con la maglia scaligera, una stagione tormentata anche dai tifosi scontenti: “I tifosi italiani e inglesi hanno atteggiamenti molto diversi. L’ultima stagione a Verona siamo retrocessi dopo un bruttissimo inizio e non riuscimmo a vincere nemmeno una partita nella prima parte del campionato. Ci ritrovammo alla fine del girone d’andata con soli otto punti e questo fu davvero brutto. Ma poi, nel girone di ritorno, abbiamo ottenuto venti punti. Questo fattore diede speranza ai nostri tifosi ma il gap con la zona salvezza era comunque troppo grande e, quando si resero conto di questo, si arrabbiarono”.

I tifosi italiani hanno poca pazienza e si arrabbiano davvero velocemente. Durante la stagione, in occasione degli allenamenti, arrivavano dei tifosi per dirci che non erano soddisfatti. E quando tornammo dalla trasferta di Napoli– ricorda Gollini- ci tirarono le uova in aeroporto. In Inghilterra un episodio del genere farebbe molto notizia. Ma in Italia è normale! Posso sopportare le uova. In Italia sei davvero nei guai quando iniziano a tirarti le pietre”

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ronemax - 4 mesi fa

    Le uova ???? ma come, i tifosi del Verona sono stati presi a modello da quanti dicevano “guardate i tifosi del Verona.. sono messo peggio del Palermo ma non contestano”… Mah…. certa gente….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy