Pesce d’aprile: Giorgio Chiellini ha origini palermitane, esame del dna svela compatibilità con una mummia conservata alle Catacombe dei Cappuccini

Giorgio Chiellini ha origini palermitane. E’ stato lo stesso fratello del difensore della Juventus e della Nazionale italiana, Claudio Chiellini, ad aver dato notizia della recente scoperta dopo.

Commenta per primo!

Giorgio Chiellini ha origini palermitane. E’ stato lo stesso fratello del difensore della Juventus e della Nazionale italiana, Claudio Chiellini, ad aver dato notizia della recente scoperta dopo essersi sottoposto all’esame del dna confrontando in un laboratorio il suo tratto genetico con quello del nobile avo, il cui corpo si trova custodito all’interno delle Catacombe dei Cappuccini a Palermo.

La parte mitocondriale del dna, legata al ceppo materno, e quello della parte nucleare che fissa il ceppo paterno, a detta degli esperti che l’hanno analizzata sarebbe compatibile con i Chiellini. I risultati dell’esame del dna sono serviti comunque soltanto per avere conferma della parentela, dal momento che sia il nome del “vecchio” Oreste Chiellini, riportato su un foglietto, sia i tratti somatici della mummia imbalsamata nelle famose catacombe palermitane, non lasciano alcun dubbio.

Chi l’avrebbe mai detto che le mie origini sono palermitane – ha commentato al giornale siciliano Mediagol.it Giorgio Chiellini – Qui al nord ogni tanto mi viene voglia di mangiare un’arancina o un cannolo, forse è per questo!” ha concluso con ironia il giocatore. Anche Frate Alfonso Signorino della congrega dei frati sinemembrini che ha seguito da vicino lo sviluppo della storia ha parlato della curiosa scoperta: “Con i Chiellini ci siamo sentiti in questi mesi, adesso lo aspettiamo a Palermo per fargli conoscere il suo amato prozio Oreste“.

Di seguito foto-confronto:

 

Cari lettori di Mediagol, come avrete facilmente immaginato, si tratta di uno scherzo in occasione del 1 aprile… Anche se la somiglianza è incredibile, Giorgio e Oreste non sono parenti! :)

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy