Palermo, ritiro: Iachini e quelle indicazioni a Matheus Cassini. Adesso c’è bisogno anche del brasiliano, le foto

Riflettori puntati su Matheus Cassini, a colloquio col suo allenatore

Commenta per primo!

Fin qui zero minuti disputati in prima squadra e novanta con la Primavera di Giovanni Bosi. Per risalire la china, il Palermo di Beppe Iachini ha bisogno di ogni singolo elemento del proprio organico, anche di Matheus Cassini, baby-attaccante prelevato dal settore giovanile del Corinthians, su cui Manuel Gerolin ha deciso di scommettere a giugno scorso. In estate il brasiliano classe ’96 si è dovuto sottoporre a un esame di maturità, il suo primo approccio con il calcio italiano. Durante il ritiro, lo staff tecnico, analizzando il suo percorso fisico e tattico, non lo aveva ritenuto ancora pronto per essere gettato nella mischia. “E’ ancora acerbo”, aveva detto Iachini. Lo stesso Iachini che, in questi giorni, nel corso del ritiro a Gradisca d’Isonzo, sta continuando a dare spazio all’ex Corinthians. Questa volta i responsi sono un po’ diversi: nel frattempo Cassini è cresciuto e non attende altro che il suo esordio in Serie A. Aspettando il rientro di Djurdjevic e i tanto promessi innesti di gennaio, il mister marchigiano sa di poter fare affidamento su cinque attaccanti. A Gilardino, Vazquez, Trajkovski e La Gumina, si aggiunge anche il nome di Matheus Cassini che, nelle foto scattate questo pomeriggio in Friuli, si confronta proprio col suo allenatore.

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy