Frosinone, Stellone: “Ci davano per morti a novembre. Esoneri? Mi aspettavo quello di Novellino, ma Mihajlovic…”

Frosinone, Stellone: “Ci davano per morti a novembre. Esoneri? Mi aspettavo quello di Novellino, ma Mihajlovic…”

L’intervista al tecnico dei ciociari.

Commenta per primo!

“Qualcuno diceva che saremmo retrocessi già a novembre. Abbiamo fatto ricredere in molti e continuiamo a far spaventare qualche squadra”.

Roberto Stellone, tecnico del Frosinone, parla così a pochi giorni dalla partita contro l’Hellas Verona. I ciociari sono attualmente alla penultima posizione e promettono scintille in vista del finale di stagione. “In queste quattro partite in trasferta dobbiamo collezionare almeno quattro punti. Fuori casa non riusciamo ad imporci: alle volte abbiamo perso immeritatamente, come ad esempio al Braglia contro il Carpi, con un rigore che tutt’ora non riesco a spiegarmi; anzi, ce n’era uno netto a nostro favore – ha aggiunto l’allenatore dei ciociari a TMW Radio -. In casa, invece, riusciamo a contare su un pubblico fantastico. Qualche giorno fa ho detto ‘Basta errori arbitrali’? Sì, non correggo il tiro. In alcune partite abbiamo perso per torti arbitrali. Potevamo avere quattro-cinque punti in più: le sviste arbitrali a nostro sfavore iniziano ad essere tante. Resta il fatto che, quando meritiamo di perdere, lo dico: non mi attacco alla pioggia, al vento o ad altre scuse“.

TIFOSI – “La nostra squadra, che è penultima in classifica, non ha mai avuto contestazioni da parte dei tifosi. Abbiamo un buon rapporto con loro e ultimamente non capita da tutte le parti. E’ una tifoseria incredibile la nostra. Subiamo troppi goal? Cercherò di collaudare la retroguardia, già in vista dell’Hellas Verona. I gialloblù sono in salute e vorranno vincere per tornare ufficialmente in corsa. Noi dovremo essere bravi a far le cose che non siamo riusciti a fare fin qui”.

TABELLA – “Se noi arriviamo alla partita del Palermo con tre-quattro punti in più rispetto a quelli attuali, possiamo giocarcela davvero alla grande. Ho un sogno, salvare il Frosinone. Al mio futuro non ci penso, voglio prendermi – insieme ai miei giocatori – una rivincita con chi ci voleva già retrocessi in Serie B”.

SERIE A, LA CLASSIFICA AGGIORNATA

ESONERI – “Esonero Novellino? Io penso che quando non arrivano i risultati e la squadra è demotivata, il presidente è libero di prendere le proprie decisioni. Meglio mandar via l’allenatore che dieci giocatori. Non conosco i motivi esatti che hanno indotto il Palermo a richiamare Ballardini. Zamparini lo conosciamo, fa i cambi e sempre li farà: a volte ha avuto ragione, quest’anno decisamente no. L’esonero di Novellino me l’aspettavo, quello di Mihajlovic no – precisa -. La società vorrà testare Brocchi in vista della prossima stagione. E’ un caso analogo a quello di Simone Inzaghi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy