Cagliari-Frosinone, Baroni: “Rigore grossa inegnuità, pagate care disattenzioni. Salvezza? La dobbiamo a tifosi e società”

Cagliari-Frosinone, Baroni: “Rigore grossa inegnuità, pagate care disattenzioni. Salvezza? La dobbiamo a tifosi e società”

Le parole del tecnico dei ciociari, Marco Baroni, a margine della sfida contro il Cagliari

Il Cagliari batte per 1-0 il Frosinone, nella 33^ giornata di Serie A.

Alla Sardegna Arena passa la formazione di Rolando Maran che, grazie al rigore trasformato da Joao Pedro al 27°, vede sempre più vicina la matematica salvezza. Permanenza in Serie A sempre più a rischio per i ciociari: rimasti inchiodati al penultimo posto in classifica, a 10 punti di distanza dall’Udinese di Igor Tudor.

Nonostante i numeri non pendano a favore della formazione giallazzurra, il tecnico Marco Baroni, crede ancora alla salvezza. Come si evince dalle dichiarazioni rilasciate dallo stesso ai microfoni di “Radio Day”.

“Salvezza? Ho dato un’occhiata alla classifica ma noi non dobbiamo guardarla, dobbiamo pensare gara dopo gara e batterci come abbiamo fatto oggi portando a casa più punti possibili. Questo è il nostro obiettivo. L’obiettivo minimo deve essere quello di portare a casa più punti possibili perché lo dobbiamo a tifosi e società”. 

Infine, l’allenatore, si è soffermato sui singoli: “Paganini? Luca in quel ruolo gli chiediamo di costruire meno ma attaccare molto la profondità. Non era facile gestire bene la palla ma lo abbiamo fatto e quando ci siamo riusciti siamo stati pericolosi. Sapevamo che nel primo tempo sarebbero stati pericolosi perché solitamente in casa hanno sempre un buon ritmo. Forse senza l’ingenuità del rigore potevamo andare al riposo con un risultato diverso. Pinamonti? Oggi è entrato a gara in corso perché nelle ultime quattro gare aveva giocato sempre e aveva qualche affaticamento. Ho preferito non rischiarlo, Daniel e Ciano hanno fatto una buona gara. Abbiamo creato pericoli e con un pizzico di determinazione e attenzione in più nel primo tempo poteva esserci un risultato diverso”

“E’ doveroso dare tutto e provare a migliorare. La squadra è stata in campo con attenzione e l’avevamo preparata bene. Purtroppo paghiamo sempre a caro prezzo le disattenzioni che commettiamo. Dobbiamo rimanere attaccati al campionato e alle prestazioni per la nostra crescita

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy