Foggia in Serie C, sgomento in città: il sindaco Landella promuove protesta sotto la sede della Lega di B

Foggia in Serie C, sgomento in città: il sindaco Landella promuove protesta sotto la sede della Lega di B

Foggia retrocesso in Serie C, il club rossonero non si arrende: la città pronta a scendere in campo per una manifestazione pacifica di protesta

Il Foggia non si arrende.

Dopo la sentenza del Tribunale Federale della FIGC che ha retrocesso all’ultimo posto il Palermo Calcio nell’ambito della sentenza relativa all’illecito amministrativo contestato lo scorso 29 aprile dalla Procura Federale al club di Viale del Fante, il Consiglio direttivo della Lega Serie B ha deliberato all’unanimità di renderla immediatamente esecutiva e di procedere con le partite dei playoff con le date programmate lo scorso 29 aprile, cancellando però i playout: dunque, Foggia, Padova, Carpi (come deciso dal campo) e Palermo (come deciso dalla giustizia sportiva) in Serie C, Salernitana e Venezia salve.

Decisione che la società guidata dal presidente Lucio Fares – racconta l’edizione odierna de La Gazzetta del Mezzogiorno – ritiene generata da un’evidente conflitto di interessi, illegittima ed inaccettabile, perché nega alla formazione di mister Grassadonia il diritto di giocarsi la permanenza agli spareggi, nonostante la retrocessione degli uomini di Delio Rossi. A Foggia, così come a Palermo, dunque, la città promette battaglia.

“Il club rossonero sta valutando assieme ai propri legali le iniziative opportune da intraprendere e sta percorrendo tutte le strade possibili a tutela degli interessi del club, dei suoi tifosi e di tutta la comunità rossonera. L’ orientamento della società è ricorrere al Tribunale federale nazionale (l’avvocato Catricalà è già al lavoro) e, se sarà necessario, pure al Tar. 

Nel frattempo levata di scudi della politica, che contesta il provvedimento con cui la Lega di B ha cancellato i playout. L’assessore regionale allo Sport, Raffaele Piemontese, ha scritto ai presidenti della Figc e del Coni, Gravina e Malagò, e al sottosegretario con delega allo Sport Giorgetti, chiedendo che venga rivista la decisione di non far disputare i playout. La stessa richiesta è stata avanzata dai parlamentari del Movimento 5 Stelle eletti in provincia di Foggia, Pellegrini, Faro, Giuliano, Lovecchio, Menga, Naturale e dal consigliere regionale Rosa Barone.

Interrogazione parlamentare da parte dell’onorevole Michele Bordo, deputato del Pd, che chiede l’ intervento del Governo a tutela della regolarità del campionato. In questa direzione, si registrano anche gli interventi dell’assessore regionale Leonardo Di Gioia, del vicepresidente del consiglio regionale Giandiego Gatta, del consigliere regionale Giannicola De Leonardis, del presidente della Provincia di Foggia Nicola Gatta. Il sindaco di Foggia, Franco Landella, intende promuovere una manifestazione pacifica di protesta, sotto la sede della Lega di B, contro quello che definisce un sopruso – scrive il noto quotidiano – “.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy